Italia, Fitch non esclude opportunità per nuovi covered bond in 2012

mercoledì 18 gennaio 2012 18:39
 

MILANO, 18 gennaio (Reuters) - Non è da escludere nel 2012 il ricorso di quelche banca italiana allo strumento dei covered bond, nonostante il forte peggioramento recente delle condizioni di mercato, dovuto principalmente al balzo verso l'alto dei tassi sul debito sovrano del paese.

A dirlo è Michele Cuneo, senior director european structured finance di Fitch, che tuttavia sottolinea come le condizioni di prezzo dovranno essere particolarmente favorevoli in quanto i finanziamenti a lungo termine mettono in sicurezza, per l'anno in corso, le esigenze di funding delle banche italiane.

"Mentre le securitisation le vediamo ancora totalmente ferme, si può pensare a qualche attività di mercato sui covered bond delle banche italiane nel 2012, anche se i finanziamenti della Bce alleviano in parte l'immediata pressione sul funding" afferma Cuneo.

La Bce ha collocato liquidità per 489 miliardi di euro nel p/t a 36 mesi condotto poco prima di Natale, con 116 miliardi di fondi andati alle banche italiane. Un secondo finanziamento a lungo termine è previsto a fine febbraio.

"Qualche operazione ci potrà essere se capita l'opportunità, anche se dovrà essere favorevole perché mi aspetto che l'accesso ai finanziamenti Bce permetta all'emittente di essere un po' più selettivo" spiega Cuneo.

Di fatto le emissioni di covered bond italiani destinati al mercato sono ferme dalla scorsa estate, dal netto rialzo registrato dai tassi sui titoli di Stato del paese.

"Per quanto ne sappiamo per molti investitori la percezione degli emittenti in paesi come Italia, Spagna o Portogallo è schiacciata sui problemi dei rispettivi rating sovrani" spiega ancora Cuneo. "Difficile dire poi se quest'anno si potranno verificare concretamente le condizioni per qualche covered bond in Italia, credo si debba aspettare che si chiarisca almeno un po' la situazione a livello sovrano".

Secondo un sondaggio appena pubblicato dalla stessa Fitch, il rischio sovrano che pesa sull'Italia potrebbe escludere le banche del paese dai benefici di un rinnovato interesse degli investitori che si sta registrando per lo strumento dei covered bond.

  Continua...