Banche, pressioni per vendere titoli Stato da agenzie rating, Autorità - Cannata

martedì 17 gennaio 2012 14:51
 

ROMA, 17 gennaio (Reuters) - Alcune banche hanno ricevuto pressioni sia dalle agenzie di rating sia dalle Autorità di vigilanza affinché riducano l'esposizione verso i titoli di Stato per evitare di compromettere la loro capacità di finanziarsi sul mercato.

Lo ha detto il direttore generale del Tesoro Maria Cannata nel corso di un'audizione alla commissione Bilancio della Camera.

"Alcune banche hanno ricevuto pressioni per vendere titoli di Stato non solo dalle agenzie di rating anche dalle Autorità di vigilanza", ha detto la Cannata.

Il dirigente del Tesoro non ha fornito dettagli, ma nel corso dell'audizione si è mostrata critica verso l'Eba, l'Autorità bancaria europea, che ha imposto alle principali banche europee di ricapitalizzarsi per neutralizzare le potenziali perdite di portafoglio sui titoli di Stato.

Secondo la Cannata la decisione dell'Eba ha prodotto "un effetto molto pesante" sul mercato del debito pubblico italiano.

"I soggetti italiani hanno incrementato con riluttanza il loro portafoglio per non esser richiesti di aumenti di capitale basati su fattori contingenti", ha aggiunto la Cannata riferendosi alle conseguenze della decisione assunta dall'Eba.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia