17 gennaio 2012 / 12:52 / tra 6 anni

Debito Italia dipende da crescita,azione Europa-O'Neill (Merrill)

* Italia deve concentrarsi su avanzo primario

* Con Eurobond trasferimento concreto e perpetuo da core a periferia

* Bce potrebbe aumentare QE in 2012

* Modelli agenzie rating adesso includono fattore politico

MILANO, 17 gennaio (Reuters) - Il governo italiano deve concentrare la propria attenzione sull‘avanzo primario e stabilizzare il debito pubblico impegnandosi con misure a sostegno della crescita, in particolare intervenendo sul mercato del lavoro.

Ma questa azione da sola non sarà sufficiente secondo Bill O‘Neill, chief investment officer di Merrill Lynch Wealth Management: alla periferia più in generale serve il sostegno dei membri più solidi della zona euro anche attraverso emissioni obbligazionarie comuni.

“Il rigore da solo non è la soluzione, come Monti ha segnalato”, ha detto O‘Neill, presentando oggi alla stampa la propria view sul 2012. “L‘aggiustamento deve includere il contributo dei paesi europei core e qualche forma di emissione comune”.

Proprio gli Eurobond per il Cio “sono un modo per creare un trasferimento dal centro alla periferia concreto e con caratteristiche di lungo periodo”.

La solidarietà dei paesi più virtuosi ai considdetti ‘PIIGS’ potrebbe passare anche per la rete di protezione messa in piedi con l‘ESM - anche se sulle caratteristiche dell‘European Stability Mechanism molto resta da chiarire - e sull‘adozione del “quantitative easing” da parte della Banca centrale europea.

Per O‘Neill la risposta in termini di acquisti sul secondario di Francoforte, minima se paragonata a quelle di altre banche centrali, dovrà cambiare nel 2012.

“La nostra sensazione è che il quadro economico presenterà il caso perchè la Bce si muova verso i livelli di QE a cui si è impegnata la Federal Reserve”, ha detto il Cio, precisando di non sapere quando e come questo avverrà.

Per portare la percentuale rispetto al Pil di titoli di stato detenuti dalla Bce, attualmente pari al 2,3%, all‘11,5% Usa, Merrill Lynch Wealth Management stima che la Bce dovrebbe spendere 1.000 miliardi di euro.

“Se i rendimenti si stabilizzeranno risulterà troppo costoso per i gestori di portafogli obbligazionari a benchmark tenersi fuori da mercati delle dimensioni di Italia, Spagna”, ha detto. “I venditori dell‘anno scorso potrebbero diventare i compratori di quest‘anno”.

PIL ITALIANO VISTO NEGATIVO DELLO 0,7% IN 2012

Il Cio ha sottolineato che le riforme fiscali da sole non bastano e un ritorno alla crescita è necessario per stabilizzare il debito pubblico italiano, declassato settimana scorsa di due notch dall‘agenzia di rating Standard & Poor‘s.

“Gli sforzi dell‘Italia dovranno includere misure sul fronte della crescita in particolare per favorire una maggiore partecipazione delle donne e dei giovani al mercato del lavoro”, ha detto O‘Neill.

Sull‘azione delle agenzie di rating O‘Neill si è limitato a constatare che la decisione segue - invece che precedere - i cambiamenti dei mercati e per questo motivo suscita reazioni limitate.

“C’è una dimensione politica quindi qualitativa nella decisione e questo rende il modello, in precedenza quantitativamente molto orientato, difficile da capire”, ha aggiunto.

Secondo le elaborazioni BofA Merrill Lynch Economics Research l‘Italia quest‘anno dovrebbe registrare un andamento del Pil negativo dello 0,7% dopo il +0,6% del 2011.

“Potremmo assistere ad una tenue ripresa nel secondo semestre ma dipenderà dalla severità della stretta sul credito e dalle tempistiche del pacchetto fiscale di Monti”, ha concluso O‘Neill.

(Maria Pia Quaglia)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below