Btp chiude sopra venerdì,ignora S&P's,occhi Efsf, Grecia, Portogallo

lunedì 16 gennaio 2012 18:09
 

 MILANO, 16 gennaio (Reuters) - Il mercato
obbligazionario italiano chiudesu livelli migliori di venerdì
sera, dimostrando di aver messo in secondo piano la decisione di
downgrade in massa da parte di S&P's.	
 "Il mercato ha dimostrato di essere più sensato
dell'agenzia" dice un dealer. "Un downgrade poteva aver senso
forse alla fine di novembre quando tutta la zona euro sembrava 
davvero essere sull'orlo del baratro: molti passi sono stati
fatti da allora, Italia compresa. Questo il mercato lo sa.
Evidentemente altri no".  	
 S&P's venerdì ha portato il rating dell'Italia in Classe B
(BBB+), lasciandol'outlook negativo.	
 Il differenziale di rendimento tra Btp e Bund a dieci anni
sulla piattaforma TradeWeb, dopo un'apertura a
505 pb, con l'aiuto limitato alla mattina degli acquisti della
Bce, si è poi portato sotto il livello di 500 pb e chiude
stasera a 486 pb, più stretto della chiusura di venerdì di 491
pb.	
 Il decennale italiano rende il 6,64% dal 6,67% di venerdì
sera. Il tasso del Btp 2 anni è a 4,34% dal 4,416%
di venerdì. 	
 In una ricerca, Morgan Stanley ha detto che la decisione di
S&P's "non dovrebbe far scattare vendite da parte dei gestori di
fondi che costruiscono il portafoglio seguendo questo criterio".	
	
  RIALZO MARGINI PESA SU LINKER, OCCHI EFSF,GRECIA,PORTOGALLO
 	
 Semmai altri sono i temi che hanno pesano sul mercato. 	
 A iniziare dalla decisione di LCH Clearnet di alzare i
margini di garanzia. Il rialzo, limitato per la
verità, ha portato a una forte pressione soprattutto sul
comparto degli inflation link di scadenza breve-media (i BTPei)
che vengono classificati in un'unico comparto da Clearnet (a
prescindere dalla scadenza) chiedendo un margine dle 15,85%. 	
 "Dalla decisione di Clearnet abbiamo visto forti vendite su
tutto il comparto che, sebbene non avesse mai brillato negli
ultimi mesi, all'inizio dell'anno si è era leggermente ripreso"
dice un dealer. Il BTPei settembre 2016, guardato come
riferimento, quota oggi 85,00/86,00 dalla chiusura venerdì
86,30/40 a fronte di un sottostante nominale abbastanza stabile.	
 Altre preoccupazioni vanno dai negoziati fra creditori
ufficiali e creditori privati sulla ristrutturazione del debito
greco al fondo di salvataggio Efsf, al peggioramento del
Portogallo. 	
 Sul primo punto le riunioni sono state sospese venerdì
perché, secondo quando riferito da una fonte bancaria, le
autorità europee e il Fondo monetario insistono per imporre una
cedola per i nuovi titoli inferiore al 4%.	
 Il ministro degli esteri tedesco si è recato ieri ad Atene,
oggi il premier greco George Papademos ha detto che spera di
portare a termine l'accordo nell'arco delle prossime due/tre
settimane, mentre la Troika arriverà ad Atene la prossima
settimana.  	
 Più diretto legame con il declassamento a largo raggio
europeo di S&P's ha la portata del fondo di salvataggio Efsf.
Con il declassamento infatti, i paesi che vi partecipano che
mantengono il rating di Tripla A sono solo Germania, Olanda
Finlandia e Lussemburgo e quindi l'ammontare delle risorse
disponibili, se si vuole lasciare anche al fondo la massima
valutazione, si riduce da 440 mld a 260 miliardi. 	
 Sul fronte Portoghese da notare che il declassamento al
livello di junk del rating (BB) ha portato molte vendite sul
mercato portoghese, con lo spread con la Germania che si è
allargato a di 200 punti a circa 1.200. 	
Domani l'attenzione sarà per le aste a brevissimo in Grecia e
in Spagna. "Se le aste spagnole dovessero mostrare rendimenti in
linea con quelle della scorsa tornata d'asta, sarebbe la riprova
che il mercato non considera più di tanto le agenzie di rating"
dice un altro dealer.	
          	
 =========================== 17,30 ==========================	
 FUTURE BUND MARZO       139,91   (-0,03)         	
 FUTURES BTP MARZO         94,33   (+0,12)         	
 BTP 2 ANNI  (NOV 13)  96,512  (+0,129) 4,348%	
 BTP 10 ANNI (MAR 22) 88,787  (+0,158) 6,637% 	
 BTP 30 ANNI (SET 40) 75,290  (-1,517) 7,134% 	
 	
========================= SPREAD (PB)========================= 	
                                             ULTIMA CHIUSURA 	
TREASURY/BUND 10 ANNI   -10,6            -9,6  
BTP/BUND 2 ANNI           421             427	
BTP/BUND 10 ANNI        488             491 	
 livelli minimo/massimo              486,0-505,0     464,0-513,0	
BTP/BUND 30 ANNI        490             464	
SPREAD BTP 10/2 ANNI                    228,9           225,8 	
SPREAD BTP 30/10 ANNI                    49,7            30,9	
=============================================================== 	
(Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02
66129504, Reuters messaging:
gabriella.bruschi.reuters.com@reuters.net)
Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia