Btp chiudono poco mossi,, Bce risponde ad allarme S&P

venerdì 13 gennaio 2012 17:32
 

 MILANO, 12 gennaio (Reuters) - Pomeriggio impegnativo
per i benchmark Btp, il cui movimento ricalca peraltro quello
dell'intero obbligazionario europeo, Germania naturalmente
esclusa.	
 Già elevata, la volatilità del mercato vede una vera e
propria impennata con il diffondersi della voce che arrivi oggi
il temuto declassamento Standard & Poor's su buona parte della
zona euro, 'rumor' che l'agenzia decide di non commentare.	
 Tra i più fedeli specchi della propensione al rischio, la
forbice di rendimento tra Btp e Bund a dieci anni si muove sulla
piattaforma TradeWeb di circa 50 tick in seduta,
chiudendo sotto quota 500. Si va dal minimo di 464 punti base
della prima mattinata - record negativo dal 21 dicembre scorso
toccato prima dell'asta a medio-lungo del Tesoro italiano - fino
a un picco di 513 punti base nel pomeriggio. Il differenziale
Btp/Bund torna poi a correggere sotto la soglia psicologica dei
500 tick grazie ad acquisti delle banche centrali, attive per la
parte italiana sul tratto a dieci e cinque anni.	
 "Un mercato di fatto in preda al panico: nel caso
dell'Italia le banche centrali hanno immediatamente risposto con
acquisti sul tratto a dieci e cinque anni" commenta un
operatore.	
 La spada di Damocle S&P torna così a minacciare governativi
già indeboliti dall'esito quqnto meno contrastante del
collocamento di questa mattina, in cui Via XX Settembre è
riuscita ad assegnare l'importo massimo dell'offerta pagando
però un rendimento parzialmente superiore alle attese. Spicca
comunque la discesa del rendimento e tre anni sotto quota 5% con
un calo di circa 80 pb da fine dicembre.	
 Un'autorevole fonte governativa della zona euro ha detto a
Reuters che il downgrade di "numerosi" paesi dell'Unione -
eccetto Germania e Olanda - è in arrivo oggi.	
 A parere di una seconda fonte la bocciatura arriverà a
mercati Usa ormai chiusi.	
 Periferici, borse e cambio recuperano poi frazionalmente
terreno grazie alle ultime voci di mercato e stampa secondo cui
la bocciatura S&P sul rating francese - e austriaco, scrive il
'Financial Times' - sarà di un singolo 'notch'.	
 A inizio dicembre, prima del vertice Ue, Standard & Poor's
ha posto in 'creditWatch' negativo 15 su 17 paesi dell'unione
monetaria, risparmiando soltanto Cipro - già sotto osservazione
con implicazioni negative - e la Grecia già al livello di
'spazzatura'.	
 Un eventuale downgrade della Francia è visto con particolare
apprensione dai mercati perché farebbe perdere il rating massimo
di tripla 'A' al fondo salva-Stati Efsf, ricorda l'economista
capo Commerzbank Joerg Kraemer.	
 "Se anche si verificasse oggi [la bocciatura S&P] si tratta
di una decisione in buona parte scontata... chiaro che l'effetto
è oggi particolarmente evidente perché il mercato è reduce da un
forte recupero... può darsi che qualcuno ne abbia colto
l'occasione per monetizzare una parte del rialzo" commenta
un'addetta ai lavori.	
         	
 =========================== 17,20 ==========================	
 FUTURES BUND MARZO       139,96   (+0,80)         	
 FUTURES BTP MARZO         94,24   (-0,14)         	
 BTP 2 ANNI  (NOV 13)  96,395  (-0,044) 4,416%	
 BTP 10 ANNI (MAR 22) 88,541  (-0,107) 6,674% 	
 BTP 30 ANNI (SET 40) 76,746  (-0,213) 6,983% 	
 	
========================= SPREAD (PB)========================= 	
                                             ULTIMA CHIUSURA 	
TREASURY/BUND 10 ANNI    -9,6            -9,2  
BTP/BUND 2 ANNI           427             423	
BTP/BUND 10 ANNI        491             482 	
 livelli minimo/massimo              464,0-513,0     474,7-515,1	
BTP/BUND 30 ANNI        464             450	
SPREAD BTP 10/2 ANNI                    225,8           225,6 	
SPREAD BTP 30/10 ANNI                    30,9            28,4	
=============================================================== 	
	
 (Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02
66129854, Reuters messaging:
alessia.pe.thomsonreuters.com@reuters.net)	
 	
 Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia