Btp ben sotto massimi a metà seduta, digerita asta mista

venerdì 13 gennaio 2012 13:31
 

 MILANO, 12 gennaio (Reuters) - Si allontanano
decisamente dai record positivi della prima mattinata i
benchmark Btp, reduci peraltro da tre sedute di recupero - ieri
particolarmente vistoso - una volta metabolizzato il risultato
delle aste di metà mese.	
 In termini sia di prezzo sia di rendimento - come dicono le
oscillazioni del rendimento tra decennali Italia/Germania - il
ritracciamento è comunque modesto, considerata l'ancora netta
prevalenza delle posizioni "corte" sulla carta italiana.	
 Nel collocamento di metà mese - da quest'anno dedicato al
benchmark a tre anni, accompagnato oggi da due titoli
'off-the-run' - il ministero dell'Economia ha, da un lato,
assegnato l'ammontare massimo dell'offerta ma, dall'altro, a
rendimenti superiori al mercato e con un poco convincente
rapporto tra domanda e offerta.	
 "Un risultato che si può leggere in due modi, privilegiando
il fatto che sia stato piazzato l'importo massimo o quello che
il benchmark a tre anni sia stato assegnato con uno sconto di
prezzo di 25/30 tick rispetto al mercato" sintetizza un
operatore. Il prezzo inferiore al secondario significa che il
Tesoro ha offerto in asta rendimenti più allettanti di quelli
prevalenti sul mercato stamane.	
 La quinta tranche del Buono 15 novembre 2014 è stata così
assegnata per massimi 3 miliardi con una domanda pari a 3.653,
equivalente a un bid-to-cover di 12,218 da 1,364 di dicembre.	
 "Un risultato non eccezionale, soprattutto se confrontato
con quello di ieri della Spagna. La domanda sul benchmark
novembre 2014 è stata bassina e il titolo è stato collocato a un
prezzo inferiore rispetto a quanto visto sul secondario questa
mattina, quando abbiamo visto un vero rally" spiega lo
strategist Ing Alessandro Giansanti.	
 Il confronto è infatti per l'Italia particolarmente
penalizzante se paragonato all'asta Bonos di ieri, in cui Madrid
ha collocato di fatto il doppio rispetto al target ipotizzato -
tenendo comunque presente che Via XX Settembre non ha la
possibilità di fare lo stesso.	
 "Credo che questo sia determinato dal minor supporto che
possono dare le banche italiane rispetto a quelle spagnole. E'
meno fattibile per le banche italiane andare a incrementare la
già elevata quantità di debito nazionale che hanno pancia"
continua Giansanti. "Detto questo, si conferma il trend
discendente del rendimento, e questo è positivo, come è positivo
che sia stato collocato l'intero importo". Passato a 4,83% dal
5,62 di fine dicembre, il tasso lordo mostra il minimo da
settembre scorso.	
 Rispetto al 10 gennaio, data dell'annuncio dell'asta -
calcola Chiara Manenti di Intesa Sanpaolo - il rendimento del
benchmark novembre 2014 si è ridotto di un intero punto
percentuale.	
 "Con questi collocamenti, ipotizzando un'asta di fine mese
di titoli a breve termine, in gennaio il Tesoro ha realizzato
emissioni nette per 35/39 miliardi, circa 70% delle scadenze di
Cct e Btp del primo trimestre" commenta.	
 Giudica il bicchiere decisamente mezzo vuoto invece
Alessandro Tentori di Bnp Paribas, secondo cui va tenuto conto
della reazione assolutamente negativa del mercato.	
 Poco prima delle 13, per esempio, lo spread Btp/Bund sul
tratto decennale è indicato sulla piattaforma TradeWeb a 483
punti base, un tick oltre la chiusura di ieri, dopo un minimo
questa mattina a 464. 	
 "Il futures Btp ha perso una figura" evidenzia lo
strategist.	
 "Dall'anno scorso il Tesoro segue la strategia di fare
'size', che non paga. I rendimenti in asta sono scesi, ma questo
4,83% non mi convince, i rendimenti erano già scesi ieri, con un
movimento dovuto alle aste spagnole" conclude.	
     	
 =========================== 13,00 ==========================	
 FUTURES BUND MARZO       139,58   (+0,42)         	
 FUTURES BTP MARZO         94,58   (+0,20)         	
 BTP 2 ANNI  (NOV 13)  96,578  (+0,138) 4,304%	
 BTP 10 ANNI (MAR 22) 88,862  (+0,208) 6,625% 	
 BTP 30 ANNI (SET 40) 77,088  (-0,213) 6,949% 	
 	
========================= SPREAD (PB)========================= 	
                                             ULTIMA CHIUSURA 	
TREASURY/BUND 10 ANNI   -10,5            -9,2  
BTP/BUND 2 ANNI           415             423	
BTP/BUND 10 ANNI        483             482 	
 livelli minimo/massimo              464,0-486,8     474,7-515,1	
BTP/BUND 30 ANNI        457             450	
SPREAD BTP 10/2 ANNI                    232,1           225,6 	
SPREAD BTP 30/10 ANNI                    32,4            28,4	
=============================================================== 	
(Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02
66129504, Reuters messaging:
gabriella.bruschi.reuters.com@reuters.net)
Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia