Btp positivi ma poco ispirati sul finale, spread in area 530 pb

martedì 10 gennaio 2012 17:34
 

 MILANO, 10 gennaio (Reuters) - Chiusura in positivo
per i governativi italiani dopo una seduta che gli operatori
definiscono comunque poco significativa e scarsamente ispirata.	
 Raggiunto un "trading range" che implica livelli di
rendimento particolarmente onerosi ma da ormai almeno inizio
anno sostanzialmente stabili, i benchmark Btp si sono mossi
semplicemente in direzione contraria rispetto alla carta
tedesca, approfittando del marginale recupero di borse e cambio.	
 "Come ci dice la correzione del Bund, l'imopostazione del
mercato è oggi lievemente meno avversa al rischio e consente un
leggero recupero dei periferici europei come l'Italia, ma il
quadro di fondo resta rispecchiato dal livello assoluto su cui
viaggiano i tassi, che non potrà mantenersi troppo a lungo senza
conseguenze" commenta un trader.	
 Oscilla intorno alla soglia di 530 punti base, livello delle
ultime sedute, il premio di rendimento dell'Italia rispetto alla
Germania sul tratto decennale secondo i dati TradeWeb
.	
 "L'unica parte della curva riuscita a recuperare posizioni è
quella a breve... i lunghi sono inchiodati su valori fino a poco
fa davvero impensabili e continuiamo a perdere terreno anche
contro la Spagna" continua l'operatore.	
 Se sul tratto a due anni lo spread tra Btp e Schatz è
infatti rientrato ampiamente al di sotto dei 5 punti
percentuali, sui 10 anni il premio dell'Italia nei confronti
della Spagna continua a lievitare, allargandosi di alcune decine
di tick in una sola seduta nonostante anche Madrid si disponga a
collocare nuova carta sul mercato.	
 In agenda giovedì - quando il ministero dell'Economia mette
sul piatto 12 miliardi tra Bot a 12 mesi e flessibili - sono
infatti tra 4 e 5 miliardi di Bonos 2015/2016.	
 "L'offerta italiana è superiore alla scadenza (7,7 miliardi)
perché in questo momento, come il mercato sa bene e prevedeva è
più semplice emettere sul tratto brevissimo della curva"
commenta un secondo operatore.	
 "Difficile si vada sulla parte lunga o lunghissima: anche se
non si può attendere all'infinito si spera che si rientri almeno
lievemente dagli attuali livelli di rendimento.	
 Questa sera a mercato chiuso il Tesoro annuncerà insieme
tipologia e quantitativi, secondo le nuove norme fissate dalle
linee guida sulla gestione del debito 2012, per le aste di metà
mese di venerdì prossimo 13 gennaio.	
 L'attesa degli addetti ai lavori è di un'offerta intorno ai
5 miliardi di euro tra bechmark a 3 anni e probabilmente titoli
off-the-run in luogo di 15 o 30 anni.	
     	
 =========================== 17,20 =========================	
 FUTURES BUND MARZO       138,61   (-0,49)         	
 FUTURES BTP MARZO         90,85   (+0,16)         	
 BTP 2 ANNI  (NOV 13)  95,377  (+0,238) 5,027%	
 BTP 10 ANNI (MAR 22) 85,514  (+0,304) 7,144% 	
 BTP 30 ANNI (SET 40) 75,343  (+0,027) 7,128% 	
 	
========================= SPREAD (PB)========================= 	
                                             ULTIMA CHIUSURA 	
TREASURY/BUND 10 ANNI   -10,1            -8,5  
BTP/BUND 2 ANNI           487             496	
BTP/BUND 10 ANNI        527             533 	
 livelli minimo/massimo              526,4-538,4     521,8-533,6	
BTP/BUND 30 ANNI        467             469	
SPREAD BTP 10/2 ANNI                    211,7           204,1 	
SPREAD BTP 30/10 ANNI                    -1,6           -4,3 	
=============================================================== 	
 	
 	
 	
 Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia