January 13, 2012 / 11:09 AM / 6 years ago

RPT-PORTAFOGLI-Prisma punta su borse Europa,vede appetito rischio 2012

5 IN. DI LETTURA

(nuovo invio con precisazione su competenze Bloch)

* Con sell-off valutazioni equity zona euro su livelli estremamente interessanti

* Guarda ad aumento peso borsa cinese a scapito Wall Street, marginalmente zona euro

* Sovrappeso corporate investment grade, cash su minimi

MILANO, 13 gennaio (Reuters) - Prisma sgr ha chiuso il 2011, anno che ha visto la crisi del debito della zona euro allargarsi a macchia d'olio fino a minacciare i paesi con tripla A, con una decisa scommessa sulle borse europee per i mandati affidati da investitori di lungo periodo. Non solo: il direttore investimenti mobiliari Leonardo Bloch si aspetta una possibile ripresa della propensione al rischio per quest'anno, con obiettivi per l'Eurostoxx 50 di 2.800 punti a fine 2012.

"A novembre e dicembre nei mandati di advisory per investitori come i fondi pensione abbiamo preso un sovrappeso molto significativo sull'azionario dell'area euro dopo essere stati in deciso sottopeso dall'inizio dell'anno", ha detto a Reuters, in un'intervista, Bloch, fra i responsabili di una realtà che gestisce attualmente circa 2 miliardi di euro tra gestioni e mandati di advisory.

"Abbiamo visto una buona opportunità di ingresso: la fase di sell-off, partita a luglio con apice in ottobre, ha condotto le valutazioni, soprattutto in Europa, a livello estremamente interessante soprattutto rispetto alla curva dei rendimenti risk-free e del mercato obbligazionario più in generale", ha aggiunto.

Con un orizzonte temporale di almeno cinque anni, secondo Bloch, "ha senso sopportare un beta di portafoglio più elevato rispetto allo standard a fronte di maggiori opportunità di taglio value".

A BENCHMARK SU BORSA MILANO, PUNTA SU TRATTO BREVE CURVA BTP

L'esposizione al rischio si concrettizza inoltre in un sovrappeso, sebbene inferiore a quello sull'azionario dell'area euro, alla borsa di Wall Street, dove Bloch vede l'indice Standard and Poor's in area 1.400 punti a fine anno.

"Sulle altre piazze azionarie, compresa l'Italia, siamo in linea con il benchmark, guardiamo a un possibile incremento dell'esposizione alla borsa cinese in virtù del fatto che il ciclo di politica monetaria sembra essersi invertito", ha detto Bloch spiegando che quello cinese è il mercato con il grado di correlazione inversa con la direzione di politica monetaria maggiore del mondo.

"In termini relativi potremmo parallelamente andare a ridurre l'esposizione agli Stati Uniti, cari in un'ottica value e, marginalmente, sull'area euro", ha aggiunto.

Sul fronte del debito italiano, Prisma sgr punta sulla parte breve e brevissima della curva perchè, nell'ipotesi più ottimistica, di qui a fine giugno si aspetta una compressione del differenziale di rendimento fra decennale tedesco e italiano al massimo un centinaio di punti.

"Pensiamo che i livelli di spread attuali resteranno tali per diverso tempo per effetto dello stato di salute del sistema bancario europeo, che non è in grado di sostenere investimenti importanti in titoli di stato europei in questa fase dolorosa di ricapitalizzazioni e di una scarsa propensione a ricorrere alla leva", spiega Bloch. "Pensiamo che gli acquisti del sistema bancario europeo si concentreranno nella parte breve della curva", aggiunge.

Strategia Contrarian Sara' Premiante in 2012

Il direttore investimenti si aspetta che, seppur con passo lento, i politici europei muoveranno nella direzione di un insieme di politiche in grado nel medio-lungo termine di consolidare la posizione della zona euro.

"La nostra visione è che, se vengono fatte le cose giuste in Europa, il 2012 dovrebbe chiudersi con un grado di propensione al rischio superiore a quella attuale", ha detto Bloch che prevede tassi di interesse non lontani dallo zero (0-0,5%) nella zona euro un cambio con il dollaro in area 1,20 alla fine del primo semestre 2012.

In un simile contesto Prisma sgr punta su strategie di investimento "contrarian" (opposte al consensus), "incrementando l'esposizione al rischio nelle fasi più pessimistiche e viceversa".

Completa la fotografia degli investimenti un sovrappeso sulle emissioni societarie di fascia media-alta mentre la liquidità su tutte le linee di gestione tende dallo zero a pochi punti percentuali.

"Non siamo mai stati così corti di cash", ha concluso. (Maria Pia Quaglia) Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below