Btp sulle posizioni, scarsa reazione a dichiarazioni Fitch

martedì 10 gennaio 2012 12:14
 

 MILANO, 10 gennaio (Reuters) - Staziona poco oltre i
livelli della chiusura precedente l'obbligazionario italiano,
che approfitta del leggero recupero dell'euro contro dollaro per
accorciare lievemente il ritardo sulle controparti Bund.	
 Il premio di rendimento tra il Btp marzo 2022 e il titolo
tedesco gennaio 2022 - dicono i dati TradeWeb -
è indicato poco prima delle 12 in area 530 centesimi, un paio di
tick al di sotto di ieri sera.	
 Del tutto trascurabile invece la reazione ai commenti
dell'analista Fitch che avvicinano la prospettiva di una
bocciatura del rating per l'emittente sovrano della Repubblica
italiana.	
 "Niente che il mercato già non scontasse: gli unici spunti
della mattinata vengono dal movimento del cambio... le
oscillazioni del Bund vanno in direzione contraria a quelle
dell'euro contro dollaro" sintetizza un operatore.	
 Identico discorso vale per il movimento delle borse, il cui
recupero favorisce la ripresa dei 'periferici' europei rispetto
gli equivalenti Bund.	
 Dopo quattro sedute consecutive di correzione gli indici
azionari europei toccano brevemente il massimo di seduta anche
grazie alle dichiarazioni di Fitch, che sembrano implicitamente
fugare l'idea che Parigi possa perdere il grado di tripla 'A'.	
 Una volta terminato il processo di revisione attualmente in
corso, ha spiegato il responsabile per i rating sovrani David
Riley, sono invece elevate le chance che il giudizio sul merito
di credito italiano venga corretto al ribasso. 	
 "Da Fitch abbiamo avuto qualche dettaglio in più ma davvero
nessuna novità. Le necessità per l'Italia di raccogliere sul
mercato sono reali e i costi degli ultimi mesi parlano da sé: il
rischio di un downgrade deriva dalla mancanza di uno 'scudo' che
annulli il premio al rischio dovuto alla crisi di liquidità,
questo equivale semplicemente a dire che il rating è sotto
osservazione con implicazioni negative", spiega un secondo
addetto ai lavori.	
 In attesa degli appuntamenti clou di giovedì e venerdì con i
collocamenti di Italia e Spagna, su cui il mercato specula ormai
da diverse sedute, da segnalare stamane le aste greche e
ungheresi a brevissimo - rendimenti in calo per la prima, in
rialzo per la seconda - e quelle olandesi e austriache a medio e
lungo termine.	
 "C'era qualche timore sul collocamento austriaco per via
dell'esposizione all'Ungheria ma l'importo limitato dell'offerta
ha favorito il risultato" spiega ancora il secondo operatore.	
 Rimanendo sul fronte dell'offerta, per concludere, il
ministero dell'Economia ha annunciato ieri sera a mercato chiuso
che giovedì verranno messi a disposizione degli investitori
complessivi 12 miliardi di euro in Bot a 12 mesi (8,5 miliardi)
e flessibili a 136 giorni (3,5 miliardi).	
 	
 ======================== 12,10 =========================	
 FUTURES BUND MARZO       138,59   (-0,51)         	
 FUTURES BTP MARZO         90,86   (+0,17)         	
 BTP 2 ANNI  (NOV 13)  95,378  (+0,239) 5,026%	
 BTP 10 ANNI (MAR 22) 85,406  (+0,196) 7,161% 	
 BTP 30 ANNI (SET 40) 75,171  (-0,144) 7,146% 	
 	
========================= SPREAD (PB)========================= 	
                                             ULTIMA CHIUSURA 	
TREASURY/BUND 10 ANNI   -10              -8,5  
BTP/BUND 2 ANNI           488             496	
BTP/BUND 10 ANNI        528             533 	
 livelli minimo/massimo              527,7-538,4     521,8-533,6	
BTP/BUND 30 ANNI        468             469	
SPREAD BTP 10/2 ANNI                    213,5           204,1 	
SPREAD BTP 30/10 ANNI                    -1,5           -4,3 	
=============================================================== 	
 	
 	
 	
 Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia