Btp in rialzo con volumi ridotti, rendimento decennale sotto 7%

lunedì 2 gennaio 2012 12:44
 

 MILANO, 2 gennaio (Reuters) - Btp in rialzo e spread
su Bund in frenata nella prima seduta del 2012 in un contesto di
mercato di scambi assai ridotti, accentuato dalla chiusura
odierna per festività delle piazze finanziarie di Londra e New
York e di quelle asiatiche.	
 Il rendimento sul biennale italiano si consolida sotto quota
5%, mentre quello sul decennale si porta stamane nuovamente
sotto il 7%.	
 "C'è la continuazione del movimento iniziato il mese scorso,
gli operatori sfruttano la liquidità concessa dalla Bce col p/t
a 3 anni, è una tendenza di cui beneficia la parte brevissima
della curva italiana" spiega un trader da Milano. "Questa è
forse l'unica cosa da segnalare in una seduta del tutto
interlocutoria, con pochi volumi e poco interesse".	
 Lo spread di rendimento tra Btp a due e a dieci anni, ancora
negativo a fine novembre, è tornato già venerdì scorso sopra i
200 punti base.	
 Improbabile, secondo gli operatori, che la Bce possa
intervenire sul mercato secondario con acquisti di carta
italiana, oggi e anche nelle prossime sedute.	
 "Non ne vedo l'esigenza, peraltro oggi lo spread tende a
stringere anche con pochi volumi" afferma il trader. "Chi non ha
fatto vacanza la settimana scorsa per via delle aste o della
chiusura dell'anno, la farà in questi giorni, per cui prevedo un
mercato molto sottile per tutta la settimana".	
 Complice un debito tedesco in frenata questa mattina, lo
spread Btp/Bund decennale, su piattaforma Tradeweb, rientra a
metà seduta poco sopra i 510 punti base dai 522 della chiusura
di venerdì 30 dicembre. 	
 Tuttavia, prese di profitto odierne a parte, gli operatori
vedono in prospettiva ancora immutate le condizioni che durante
tutto il 2011 hanno fortemente sostenuto i Bund tedeschi, specie
alla luce dei circa 100 miliardi di euro di titoli a medio-lungo
e cedole in scadenza sul debito con cui dovrà fare i conti il
Tesoro italiano solo nei primi quattro mesi dell'anno appena
iniziato.	
 "La crisi del debito rappresenta ancora un ostacolo
imponente per l'intero 2012" spiega lo strategist di Ing
Padhraic Garvey. "Per il prossimo paio di settimane la
situazione potrà apparire tutto sommato tranquilla, anche se
temo si tratterà di un falso umore positivo e che alla fine si
tornerà dove ci eravamo lasciati l'anno scorso, non esattamente
in una situazione rosea".	
     	
=========================== 12,10 ============================	
 FUTURES BUND MARZO       138,66   (-0,38)         	
 FUTURES BTP MARZO         92,05   (+0,44)         	
 BTP 2 ANNI  (NOV 13)  95,593  (+0,228) 4,862%	
 BTP 10 ANNI (MAR 22) 86,506  (+0,500) 6,983% 	
 BTP 30 ANNI (SET 40) 78,738  (+0,542) 6,784% 	
 	
========================= SPREAD (PB)========================= 	
                                             ULTIMA CHIUSURA 	
 TREASURY/BUND 10 ANNI     2,7            -5,4	
 BTP/BUND 2 ANNI           470             485	
 BTP/BUND 10 ANNI        512             522 	
 livelli minimo/massimo              509,4-522,6     514,5-528,2	
 BTP/BUND 30 ANNI        439             448	
 SPREAD BTP 10/2 ANNI                    212,1           210,8 	
 SPREAD BTP 30/10 ANNI                   -19,9           -20,2 	
=============================================================== 	
 	
 
 Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia