Grecia verso uso asset statali come collaterali nuovi bond -quotidiano

venerdì 30 dicembre 2011 12:40
 

ATENE, 30 dicembre (Reuters) - La Grecia potrebbe utilizzare alcuni asset statali come collaterali per i bond di nuova emissione. Questa possibilità sarebbe in discussione in incontri tra le autorità greche e gli ispettori della troika formata da Unione europea, Banca centrale europea e Fondo monetario internazionale, sostiene il quotidiano finanziario ellenico Imerisia.

I "privatisation bond" quinquennali e a basso interesse permetterebbero ad Atene di convertire una parte del debito in titoli con garanzia, ha scritto il quotidiano senza citare fonti specifiche.

Il piano potrebbe entrare nel concreto dopo che il governo completerà lo swap sul debito con gli obbligazionisti privati.

Nessun commento immediato dal ministero delle Finanze.

La Grecia è già impegnata a vendere quote delle sue aziende a partecipazione statale e del suo patrimonio immobiliare, con l'obbiettivo (già rivisto al ribasso) di arrivare a 4 miliardi di euro di privatizzazioni, come previsto dall'accordo per il salvataggio da parte di Ue e Fmi.

Gli inviati della troika torneranno ad Atene a metà gennaio.

(Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129503, Reuters messaging: daniele.belleri.thomsonreuters.com@reuters.net) Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia)