Bce, Weidmann frena su acquisto bond sovrani zona euro - magazine

mercoledì 28 dicembre 2011 12:33
 

BERLINO, 28 dicembre (Reuters) - Jens Weidmann, nella sua veste di consigliere della Banca Centrale Europea, ha detto di essere contrario a un rafforzamento degli acquisti di bond sovrani da parte dell'istituto.

Per Weidmann, la mossa della Bce di concedere alle banche commerciali l'accesso a quasi 500 miliardi di euro di fondi a lungo termine, la scorsa settimana, è stata insolita ma necessaria, anche se non equivale a un finanziamento agli stati.

"Il lavoro della banca centrale non è assolutamente quello di finanziare gli stati indebitati", ha detto in un'intervista pubblicata sul settimanale tedesco Stern, ribadendo la sua opposizione a un rafforzamento del ruolo della Bce nel combattere la crisi del debito della zona euro.

"Non possiamo violare la legge soltanto perché attraversiamo momenti difficili", ha detto Weidmann.

La scorsa settimana, aprendo le porte a un possibile cambio di politica da parte di Francoforte per combattere la deflazione, il commissario uscente della Bce Lorenzo Bini Smaghi aveva detto che l'istituto, se le condizioni economiche cambiassero, dovrebbe lanciare un programma di acquisto degli asset simile a quello degli Stati Uniti.

(Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129503, Reuters messaging: daniele.belleri.thomsonreuters.com@reuters.net) Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia)