Milleproroghe, confermata garanzia Tesoro su 23 mld Bankitalia a Fmi - fonte

venerdì 23 dicembre 2011 18:59
 

ROMA, 23 dicembre (Reuters) - Il testoN del decreto Milleproroghe approvato oggi dal Consiglio dei ministri conferma la garanzia dello Stato sul prestito bilaterale che la Banca d'Italia erogherà al Fondo monetario internazionale.

Lo riferisce una fonte di Palazzo Chigi ricordando che, una volta entrato in vigore il decreto, la Banca d'Italia avrà l'autorizzazione a concedere la somma.

In base alle decisioni assunte dal Consiglio dei capi di Stato e di governo del 9 dicembre e dal successivo Ecofin del 19 dicembre scorsi, i paesi europei si sono impegnati a rafforzare la dotazione del Fmi di 150 miliardi in vista di eventuali aiuti a paesi in difficoltà finanziaria.

La quota di competenza dell'Italia ammonta a 23,48 miliardi di euro.

I fondi in arrivo dall'Italia, come quelli che affluiscono dagli altri paesi europei, saranno versati nel General resources account (Gra), il conto generale a cui il Fondo attinge per la sua attività ordinaria di prestito e assistenza ai paesi in difficoltà. Gli impieghi erogati utilizzando le risorse del Gra sono soggetti alle norme più stringenti dell'Fmi e in caso di default del paese debitore a cui sono stati versati questi fondi il Fondo assume il ruolo di creditore privilegiato.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia