PUNTO 1- Milleproroghe, ok Cdm ma con "molte meno" misure

venerdì 23 dicembre 2011 17:29
 

(Riscrive con nota Cdm)

ROMA, 23 dicembre (Reuters) - Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge Milleproroghe, ma in una versione molto light.

Una nota di Palazzo Chigi precisa infatti che il Governo ha approvato "un ridotto numero delle proroghe e, pertanto, il decreto non può più essere denominato 'Milleproroghe'. Sono stati infatti prorogati solo alcuni termini il cui differimento è risultato, dopo attenta istruttoria, assolutamente necessario per garantire efficienza ed efficacia dell'azione amministrativa, nonché operatività di strutture deputate a funzioni essenziali".

La presidenza del Consiglio spiega che tra le principali proroghe il decreto sposta al 31 dicembre 2012 l'esecuzione degli sfratti riguardanti particolari categorie sociali disagiate residenti nei comuni capoluoghi di provincia, nei comuni confinanti con popolazione superiore a diecimila abitanti e nei comuni ad alta tensione abitativa, più alcuni interventi in materia di ammortizzatori sociali per i lavoratori precari, gli apprendisti e i collaboratori coordinati e continuativi.

Inoltre, il decreto fa slittare al 30 giugno 2012 le disposizioni intese ad impedire pratiche di esercizio abusivo del servizio taxi e del servizio di noleggio con conducente e al 2 aprile 2012 l'entrata in operatività del sistema di controllo sulla tracciabilità dei rifiuti (Sistri).

I poteri dei comuni della regione Campania in materia di gestione di rifiuti restano intatti fino a tutto il 2012.

La nota di Palazzo Chigi cita anche la proroga al 31 dicembre 2012 dell'attribuzione ai Prefetti dei poteri sostitutivi e di impulso al fine di garantire la funzionalità degli enti locali, la proroga al 31 dicembre 2013 della facoltà per Poste Italiane di concedere agevolazioni nelle tariffe postali per le organizzazioni senza scopo di lucro.

La presidenza del Consiglio non la cita ma il decreto dovrebbe prevedere anche la garanzia dello Stato sul prestito bilaterale da 23,48 miliardi che sarà acceso dalla Banca d'Italia a favore dell'Fmi.

-- Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia