Immobili, Tesoro vuole riformare sistema estimi catastali

giovedì 22 dicembre 2011 18:23
 

ROMA, 22 dicembre (Reuters) - Il ministero dell'Economia vuole andare avanti nella riforma del catasto perché le attuali rendite, su cui si basa in larga parte la tassazione immobiliare, "non sono più congrue rispetto ai valori di mercato".

Lo si legge in un documento pubblicato sul sito del Tesoro, www.tesoro.it, che offre una sintesi delle misure adottate con la manovra e alcune indicazioni di ciò che il governo intende fare "in prospettiva".

"Per favorire una maggiore equità nella determinazione delle basi imponibili catastali e conseguire una perequazione effettiva tra i diversi territori urbani è necessario porre in essere una riforma del sistema estimativo del catasto edilizio urbano", dice il Tesoro ricordando che per le abitazioni il valore corrente di mercato è pari, in media, a 3,73 volte la base imponibile Ici calcolata sul totale delle abitazioni di proprietà delle persone fisiche.

Il disegno di riforma, delineato a grandi linee nel documento, mira a costruire un sistema catastale che contempli assieme alla rendita (il reddito medio ordinariamente ritraibile al netto delle spese di manutenzione e gestione del bene), il valore patrimoniale del bene. L'obiettivo è "assicurare una base imponibile adeguata da utilizzare per le diverse tipologie di tassazione".

Il governo vuole anche rideterminare la classificazione dei beni immobiliari e abbandonare, per abitazioni e uffici, il concetto di vano come unità di misura della consistenza a fini fiscali, sostituendolo con la superficie.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Immobili, Tesoro vuole riformare sistema estimi catastali | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    19,479.46
    -0.06%
  • FTSE Italia All-Share Index
    21,272.45
    -0.04%
  • Euronext 100
    935.25
    +0.19%