Btp misti, spread allarga fino a 499 su scarsità scambi

giovedì 22 dicembre 2011 17:29
 

 MILANO, 22 dicembre (Reuters) - I principali titoli di
Stato italiani archiviano la seduta con andamento misto,
all'indomani dell'attesissima operazione di finanziamento della
Bce, evidenziando un certo allargamento dello spread rispetto
alla mattinata. Un movimento che tuttavia, a dire dei trader
"non significa niente", essendo unicamente determinato dalla
povera attività del mercato.	
 Lo spread fra i decennali di riferimento italiano e tedesco,
dopo i massimi toccati ieri in area 500 punti base, attorno alle
17,30 quota 499 punti base, dopo un minimo di
seduta a 479.	
"L'ampliamento dello spread è dovuto al rialzo del Bund, e il
rialzo del Bund non è dovuto a niente di particolare, se non al
fatto che gli scambi sono molto sottili, e ogni movimento ha
quindi un peso maggiore. Sarebbe pututo anche essere il
contrario" dice un trader di un istituto italiano. "Il fatto è
che siamo a Natale".	
 Dopo una seduta col segno meno, il Bund ha quasi annullato
le perdite e alle 17,30 il future vale 137,77 con il
calo di 6 tick. In seduta il contratto è oscillato fra 137,15 e
e 137,90.	
 "Abbiamo visto qualche flusso sui cinque e sette anni in
Germania, e questo ha fatto alzare anche il future, ma non c'è
niente di sostanziale" dice un altro trader. 	
 Si evidenzia, sulla curva italiana, un'inversione di
pendenza nel tratto 10-30, a indicare una percezione di maggiore
rischio sul titolo più breve. 	
 "Va ricordato però che sono scambi anomali per via del clima
festivo" dice il trader della banca italiana.	
 Ieri il Tesoro ha annunciato che in occasione dell'asta del
29 dicembre offrirà i Btp novembre 2014, il Btp marzo 2022, il
CCTeu aprile 2018 e l'off-the-run settembre 2021. I quantitativi
verranno annunciati domani a mercati chiusi, mentre stasera si
conosceranno i dettagli sui Bot e Ctz in asta il 28 dicembre.	
 "Non ci saranno grossi problemi nelle aste di fine anno. Di
certo non in termini di partecipazione, cosa che le aste
italiane non hanno mai avuto" dice un altro operatore del
mercato.	
  La Bce ha collocato 489,191 miliardi di euro
nell'operazione di finanziamento pronti-contro-termine a 3 anni
di ieri mattina, ben oltre le attese. L'asta è la prima delle
due a 36 mesi annunciate nel meeting dello scorso 8 dicembre
.	
 L'attesa dell'asta nella mattinata di ieri aveva portato gli
spread a restringersi, con il differenziale fra i decennali di
riferimento italiano e tedesco che si era spinto
fino a 450 punti base dai 467 punti base della chiusura
precedente, toccando il minimo dal 12 dicembre scorso, calando
quindi al livello più basso da quando sono stati cambiati i
benchmark (il 14 dicembre). Lo spread si era però poi allargato
fino ai 499 punti base.	
 	
============================= 17,30 ============================	
 FUTURES BUND MARZO       137,77   (-0,06)         	
 FUTURES BTP MARZO         92,79   (-0,52)          	
 BTP 2 ANNI  (NOV 13)  94,930  (+0,030) 5,234%	
 BTP 10 ANNI (MAR 22) 87,004  (-0,549) 6,903% 	
 BTP 30 ANNI (SET 40) 78,110  (+0,242) 6,848% 	
 	
========================  SPREAD (PB)========================== 	
                                             ULTIMA CHIUSURA 	
TREASURY/BUND 10 ANNI  -1,5            -0,8   	
BTP/BUND 2 ANNI           502             501	
BTP/BUND 10 ANNI        497             487 	
livelli minimo/massimo              479,2-499,2     450,3-498,6	
BTP/BUND 30 ANNI        440             441	
SPREAD BTP 10/2 ANNI                    166,9           157,6 	
SPREAD BTP 30/10 ANNI                   -55              65   	
=============================================================== 	
 	
(Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02
66129655, Reuters messaging:
irene.chiappisi.reuters.com@reuters.net) 
Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia