22 dicembre 2011 / 17:03 / 6 anni fa

PUNTO 1-Pop Milano,ok modifica convertendo,proteste risparmiatori

(Aggiunge dettagli, background)

MILANO, 22 dicembre (Reuters) - L'assemblea degli obbligazionisti di Pop Milano ha dato il via libera alla ristrutturazione del prestito convertendo da 400 milioni di euro emesso nel 2009 finalizzato al rimborso dei Tremonti Bond approvando l'anticipo della scadenza e la riduzione dello strike price.

Al termine di un'assemblea che ha visto vivaci proteste dei piccoli bondholder a causa delle consistenti perdite a cui andranno incontro nella conversione anticipata, la modifica del regolamento del 'convertendo BPM 2009/2013 - 6,75%', è stata approvata con il voto favorevole del 53,78% delle obbligazioni in circolazione.

Al momento della votazione erano presenti in assemblea, in proprio e per delega, obbligazionisti rappresentanti il 56,4% dei bond emessi e non estinti.

Determinante il peso degli investitori istituzionali e delle deleghe di voto raccolte dalla stessa banca, pari al 23,86% delle obbligazioni esistenti.

"Credo che dire che sono in imbarazzo sia poco e non per la multa o per la perdita del convertendo e dell'azione, ma perché si mette in dubbio la mia buona fede all'inizio", ha risposto il direttore generale Enzo Chiesa difendendosi dalle proteste e alle accuse dei risparmiatori intervenuti in assemblea che hanno minacciato azioni legali contro la banca.

"Se solo avessi potuto immaginare una crisi (finanziaria) di questo tipo, non avrei mai pensato di fare una cosa del genere. Siete giustamente amareggiati" ha aggiunto Chiesa che, a chi invocava le sue dimissioni, si è limitato a rispondere: "Le dimissioni sono una cosa personale".

Sul convertendo la Consob ha già acceso i riflettori sanzionando i vertici di Piazza Meda per avere violato alcune normative nell'attività di distribuzione delle obbligazioni "piazzate ad investitori ignari dell'alto livello di rischio".

Allo stesso Chiesa e all'ex direttore generale Fiorenzo Dalu la Commissione ha applicato sanzioni per 175.000 euro ciascuno.

Sulla vicenda anche la magistratura ha avviato un'indagine per chiarire le modalità con cui è stato collocato il bond e se i sottoscrittori siano stato informati correttamente dell'operazione.

L'associazione dei consumatori Altroconsumo, che ha presentato un esposto alla Consob, ha stimato una perdita sul convertendo - con il titolo che è sceso attorno a 0,3 euro dopo l'aumento di capitale da 800 milioni di euro - nell'ordine del 50-70%.

Quando il bond è stato emesso, a fine maggio 2009, il titolo Bpm valeva attorno a 1,5 euro.

Due giorni fa la Federcosumatori "proprio di fronte ad un'acclarata responsabilità della banca nel collocamento dei titoli" ha annunciato di avere dato mandato ad un collegio di legali di predisporre "al più presto" una class action contro la Bpm.

SCADENZA CONVERTENDO ANTICIPATA al 29 DICEMBRE 2011

I nuovi termini approvati riguardano l'anticipo della scadenza del bond al 29 dicembre 2011 dal termine originariamente previsto del 1 giugno 2013 e la riduzione del prezzo minimo di conversione a 2,71 da 6 euro.

La ristrutturazione è stata già approvata dall'assemblea straordinaria dei soci del 25 giugno scorso che ha deliberato di aumentare le azioni a servizio del prestito mediante il conferimento di una delega al consiglio di gestione.

Gli obbligazionisti riceveranno 36,9 nuove azioni Bpm per ogni obbligazione, anziché 16,667 previsti nel regolamento originario.

L'operazione, che si inserisce nell'ambito delle linee guida del piano industriale, ha lo scopo di anticipare gli effetti patrimoniali della conversione automatica del bond (+89 pb al Core Tier 1) e quindi dare la possibilità alla banca di rimborsare anticipatamente i Tremonti bond per 500 milioni di euro entro fine 2012.

Il rimborso di quest'ultimi, bisogna ricordare, è comunque legato alla rimozione da parte di Banca d'Italia dei cosiddetti 'add-on', ovvero le maggiori ponderazioni richiete per alcune tipologie di asset da applicare per il calcolo dei coefficienti patrimoniali.

(Andrea Mandalà)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below