Manovra, governo chiede fiducia tra fischi della Lega

mercoledì 21 dicembre 2011 19:52
 

ROMA, 21 dicembre (Reuters) - Il governo ha posto la questione di fiducia sulla manovra in Senato mentre i senatori della Lega lo contestavano con fischi e cartelli.

L'annuncio è arrivato dal ministro per i Rapporti con il Parlamento, Piero Giarda.

I senatori della Lega hanno utilizzato dei fischietti per impedire a Giarda di prendere la parola.

Più volte il presidente di Palazzo Madama, Renato Schifani, ha richiamato all'ordine i senatori del Carroccio.

"Dovreste vergognarvi. Questo è lo scempio del Parlamento. Avete trasformato quest'aula in uno stadio", ha detto Schifani cercando di porre fine alla contestazione.

Prima della bagarre aveva preso la parola il vice ministro dell'Economia Vittorio Grilli per replicare alle osservazioni fatte dai senatori durante la discussione generale.

Grilli ha annunciato interventi imminenti per dare avvio alla spending review, l'analisi in dettaglio delle voci di bilancio da tagliare, e ha assicurato che il governo proseguirà nella lotta all'evasione e nella liberalizzazione delle attività economiche.

Il vice ministro ha anche parlato di interventi "allo studio" per sbloccare i crediti vantati dalle imprese verso la pubbliche amministrazioni, che devono tuttavia "essere valutati con estrema attenzione" per evitare effetti negativi su deficit e debito pubblico.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia