Btp, spread con Germania fino a 479 pb, da 467 chiusura ieri

mercoledì 21 dicembre 2011 12:16
 

MILANO, 21 dicembre (Reuters) - Dopo un minimo di seduta a 450 punti base, livello più basso dall'introduzione dei nuovi benchmark, il differenziale fra i decennali di riferimenti italiano e tedesco si è allargato fino a 479 punti base, dai 467 di ieri in chiusura.

Un ampliamento si registra anche sullo spread Spagna-Germania, ampliatosi fino a 321 punti base da una chiusura di ieri a 318.

"L'asta della Bce a 36 mesi è andata bene, l'ammontare è stato superiore alle attese e questo ha sollecitato i mercati della zona euro. Solo che dopo è probabilmente sorto qualche dubbio sull'utilizzo che gli istituti di credito faranno della liquidità, con il timore che non vadano a comprare titoli governativi come sperato", dice un trader italiano.

"Il movimento era stato in parte prezzato nei giorni scorsi, e adesso si vedono una correzione e prese di profitto" dice un altro trader.

L'attesa dell'asta aveva infatti già portato gli spread a restringersi, con il differenziale fra i decennali di riferimento italiano e tedesco che si era appunto spinto fino a 450 punti base, toccando il minimo dal 12 dicembre scorso, calando quindi al livello più basso da quando sono stati cambiati i benchmark (il 14 dicembre)

La Bce ha collocato 489,191 miliardi di euro nell'operazione di finanziamento pronti-contro-termine a 3 anni di questa mattina, ben oltre le attese. L'asta è la prima delle due a 36 mesi annunciate nel meeting dello scorso 8 dicembre.

Alle 12,10, il differenziale Italia-Germania è a quota 178 punti base, mentre il futures sul Bund cede 23 tick a 137,28. Il decennale italiano di riferimento avanza di 13 punti base con un rendimento a 6,762% da 6,638% di ieri in chiusura. (Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129655, Reuters messaging: irene.chiappisi.reuters.com@reuters.net) Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia