Btp amplia risalita su Bund, spread decennale in area 465

martedì 20 dicembre 2011 17:46
 

 MILANO, 20 dicembre (Reuters) - Si conferma e si
accentua il recupero dell'Italia contro Germania a livello di
governativi in chiusura di seduta.	
 Rispetto ai 498 punti base di lunedì sera, sulla piattaforma
TradeWeb la forchetta Btp/Bund relativa al segmento trentennale
evidenzia un restringimento di oltre 30 centesimi fino a un
minimo intraday di 461,8, record negativo da martedì scorso
quando è stato introdotto il nuovo benchmark marzo 2022.	
 "Un movimento molto accentuato, parallelo a quello
dell'intera periferia, ispirato dall'innegabile successo delle
ultime aste spagnole ma soprattutto dall'attesa per il
finanziamento Bce a tre anni" spiega lo strategist di una banca
estera tra gli operatori specialisti del Tesoro.	
 Gli addetti ai lavori invitano però a non interpretare
troppo in fretta la tendenza degli ultimi giorni, dal momento
che i mercati - non sono l'obbligazionario - si sono mossi con
volumi particolarmente sottili.	
 "Da qui a fine anno varrà lo stesso ragionamento: per il 
momento sembra gli investitori prediligano la lettura del
'bicchiere mezzo pieno' ma questo andrà verificato all'inizio
dell'anno prossimo" spiega un secondo operatore.	
 Tornando all'origine del movimento, in occasione del
collocamento a breve di questa mattina Madrid ha ripetuto
l'exploit della scorsa settimana - sulla parte lunga -
collocando in titoli del Tesoro ben oltre l'ammontare previsto e
facendo registrare una sensibile compressione dei rendimenti.	
 Quanto all'asta Bce, in cui per la prima volta verranno
collocati 'a rubinetto' nuovi fondi a 36 mesi, le stime degli
interpellati da Reuters convergono su una mediana di 250
miliardi di euro.	
 La nuova liquidità a disposizione delle banche, scommette
almeno una parte del mercato, verrà investita anche in
governativi.	
 "E' quello che si pensa e ci si augura: per gli istituti di
credito si tratta di un'importante boccata di ossigeno - la
possibilità di finanziarsi a un tasso molto contenuto per poi
eventualmente investire in asset che offrono un ottimo ritorno
in termini di rendimento" spiega ancora lo strategist.	
 Tornando alla curva italiana, particolarmente bene fa il 5
anni settembre 2016, il cui rendimento si
stabilizza al di sotto del 6% fino ai minimi dal 31 ottobre.	
 Elemento specialmente incoraggiante è che sia tornata da
almeno una settimana a curvarsi positivamente la curva dei tassi
"dall'overnight al trent'anni".	
       	
 ============================ 17,30 ============================	
 FUTURES BUND MARZO       137,52   (-0,87)         	
 FUTURES BTP MARZO         94,31   (+1,40)          	
 BTP 2 ANNI  (NOV 13)  95,104  (+0,385) 5,107%	
 BTP 10 ANNI (MAR 22) 88,743  (+1,508) 6,638% 	
 BTP 30 ANNI (SET 40) 79,586  (+2,173) 6,701% 	
 	
========================  SPREAD (PB)========================== 	
                                             ULTIMA CHIUSURA 	
TREASURY/BUND 10 ANNI  -5,6            -4,0   	
BTP/BUND 2 ANNI           483             499	
BTP/BUND 10 ANNI        467             498 	
livelli minimo/massimo              461,8-503,6     490,4-519,8	
BTP/BUND 30 ANNI        424             453	
SPREAD BTP 10/2 ANNI                    153,1          153,3 	
SPREAD BTP 30/10 ANNI                   63,0            43,0  	
=============================================================== 	
 	
 (Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02
66129854, Reuters messaging:
alessia.pe.thomsonreuters.com@reuters.net)	
 	
 Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia