Manovra, iniziative commercianti contro liberalizzazioni negozi

lunedì 19 dicembre 2011 13:48
 

ROMA, 19 dicembre (Reuters) - Le organizzazioni dei commercianti hanno avviato una serie di iniziative contro le liberalizzazioni del commercio previste dalla manovra salva Italia, in particolare contro la liberalizzazione degli orari di vendita e l'apertura anche la domenica.

Nel weekend sia la Confeserecnti sia la Confcommercio hanno pubblicato pagine a pagamento sui principali quotidiani motivando le ragioni della protesta.

Oggi la Confesercenti ha tenuto una conferenza stampa nel corso della quale ha detto che la liberalizzazione degli orari di vendita e l'apertura anche la domenica (iniziativa giudicata "a vantaggio delle grandi catene di distribuzione") potrebbe portare alla chiusura di 27.000 esercizi commerciali medio-piccoli entro il 2015. Questa cifra andrebbe ad aggiungersi agli esercizi che potrebbero chiudere per effetto della crisi.

La Confesercenti stima che i due effetti combinati potrebbero portare nel 2015 ad avere 76.119 esercizi commerciali in meno con una contrazione di 190.297 occupati.

E' stato annunciato un appello ai presidenti delle Regioni e la richiesta di un incontro con il governo.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia