Manovra, può darsi ne serva una seconda - Berlusconi

lunedì 19 dicembre 2011 13:18
 

MILANO, 19 dicembre (Reuters) - L'ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha detto oggi che c'è la possibilità che il governo debba varare una seconda manovra dopo quella che ha ricevuto la settimana scorsa il primo sì da Montecitorio.

In una pausa del processo Mills in cui è imputato di corruzione giudiziaria a Milano, l'ex premier ha detto ai giornalisti: "Non so se ci sarà una nuova manovra, il problema non è italiano ma è europeo. Se non riusciremo ad avere una banca centrale che possa dare garanzie per i debiti sovrani non credo si riusciranno a risolvere i problemi comportati dalla crisi".

"Può darsi si debba arrivare a una nuova manovra - ha proseguito Berlusconi - ma tutte le manovre hanno il grande difetto che inducono alla recessione".

"Con il mio governo siamo riusciti a tenere i conti in ordine, asenza mettere nuove tasse e solo con tagli alla spesa", ha concluso. "Qui si è cambiata strada, si sono tagliate poche spese e si è proceduto verso un incremento della pressione fiscale".

(Sara Rossi)

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia