Manovra, sacrifici anche per meno abbienti ma necessari - Napolitano

venerdì 16 dicembre 2011 09:27
 

ROMA, 16 dicembre (Reuters) - Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha affermato oggi che l'Italia chiede sacrifici a tutti i cittadini, anche quelli meno abbienti, per preservare lo sviluppo dell'economia e della società.

"L'Italia deve far fronte a grossi rischi per la propria finanza, per la propria economia. Deve riuscire a fare bene la sua parte per l'Europa e per se stessa, e quindi chiede sacrifici agli italiani di tutti i ceti sociali, anche agli italiani dei ceti meno abbienti, perché si facciano le scelte indispensabili al fine di preservare lo sviluppo della nostra economia e della nostra società in un clima di libertà e di maggiore giustizia", ha detto il Capo dello Stato in un messaggio ai promotori della manifestazione Rai-Telethon diffuso dal Quirinale.

Ieri il presidente del Consiglio Mario Monti ha detto, parlando della manovra che deve essere approvata dal Parlamento, di credere che "gli italiani stiano capendo che l'alternativa non è la vita come sempre senza quei sacrifici ma è la vita con sacrifici molto più gravi".

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia