Crisi, rischio collasso euro senza politiche crescita Ue - Marcegaglia

giovedì 15 dicembre 2011 11:54
 

ROMA, 15 dicembre (Reuters) - Non è da escludere un collasso dell'euro se i Paesi europei non premeranno l'acceleratore sulla crescita e continueranno ad arroccarsi solo sulla difesa dell'equilibrio di bilancio, come professa la Germania.

Lo ha detto il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, commentando le nuove stime macroeconomiche presentate stamani dal Centro studi di Viale dell'Astronomia che parlano per l'Italia di recessione nel 2012.

"L'Italia ha fatto la sua parte con manovre pesanti, ora tocca all'Europa. Anche la Germania non può restare su posizioni di tale rigidità sull'austerità e i conti pubblici perché il rischio di un collasso dell'euro c'è, anche se non ha un'alta probabilità", ha detto Marcegaglia.

"Se andiamo avanti in questo modo il rischio del collasso dell'euro c'è e sarebbe gravissimo", ha precisato.

La leader degli industriali ha lanciato un messaggio di speranza per l'economia italiana dicendo che "il 2012 è compromesso da quello che è successo negli ultimi mesi del 2011 ma non siamo condannati a restare in recessione per i prossimi anni, ce la possiamo fare".

(Francesca Piscioneri)

(Redazione Roma, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 06 85224245, Reuters Messaging: francesca.piscioneri.reuters.com@reuters.net) Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia