Manovra, tensioni alla Camera. Fini espelle due deputati leghisti

giovedì 15 dicembre 2011 11:18
 

ROMA, 15 dicembre (Reuters) - Tensioni alla Camera dei deputati dove il presidente Gianfranco Fini ha espulso due deputati della Lega Nord.

Sin dall'avvio di seduta il Carroccio ha fatto ostruzionismo con una valanga di interventi per ritardare l'esame della manovra, su cui il governo si appresta a porre la questione di fiducia.

Non sono mancati neppure gli insulti. Il leghista Massimo Pini ha insultato Fini chimandolo "cialtrone". Il presidente della Camera ha quindi replicato: "E' proprio vero che ogni botte dà il vino che ha".

Subito dopo alcuni deputati hanno cominciato a fischiare in segno di contestazione e Fini ha invitato i leghisti ad avere un atteggiamento consono: "Sono i pecorai che fischiano, non i deputati".

Le tensioni sono però continuate e Fini ha espulso due deputati leghisti, Gianluca Buonanno e Fabio Raineri, che avevano esposto un cartello in aula.

La seduta è ora sospesa è riprenderà alle 11,15.

(Giuseppe Fonte)

(Redazione Roma, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 06 85224393, Reuters Messaging: giuseppe.fonte.reuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia