Manovra, modifiche insoddisfacenti ma basta scioperi - Angeletti

mercoledì 14 dicembre 2011 14:18
 

POMIGLIANO D'ARCO, 14 dicembre (Reuters) - Gli emendamenti alla manovra da 33 miliardi presentati ieri dal governo non soddisfano il sindacato, ma la mobilitazione deve proseguire con forme di pressione politica e non con ulteriori scioperi dopo quello unitario di lunedì 12 dicembre.

Lo ha detto il segretario generale della Uil, Luigi Angeletti, a margine della presentazione della nuova Panda Fiat a Pomigliano D'Arco.

"Le modifiche alla manovra sono insoddisfacenti, sono stati fatti dei miglioramenti ma non è stata modificata la sostanza", ha detto Angeletti commentando gli alleggerimenti su pensioni e Imu.

"Si tratta di un provvedimento che rastrella risorse soprattutto dai pensionati e risparmia sempre sul sistema previdenziale dell'allungamento dell'età pensionabile".

Per Angeletti "le tasse sulla prima casa dovevano essere eliminate almeno per tutti coloro che hanno solo una abitazione, almeno per quelle di dimensioni medie, noi pensavamo a un limite di metri quadri".

La manovra, secondo il sindacalista, ha un sapore recessivo e la protesta deve continuare ma non sotto forma di nuovi scioperi: "La mobilitazione fatta a colpi di sciopero in tempi di crisi non è molto convincente. Crediamo di più alla pressione politica".

Anche la leader della Cgil, Susanna Camusso, in una intervista rilasciata stamani a Reuters, si è detta "poco soddisfatta della manovra" e ha annunciato una mobilitazione prima di Natale, che non sarà però un nuovo sciopero.

(Via Redazione Roma, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 06 85224245, Reuters Messaging: francesca.piscioneri.reuters.com@reuters.net) Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

(Via Redazione Roma, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 06 85224245, Reuters Messaging: francesca.piscioneri.reuters.com@reuters.net) Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia