Manovra, da 2013 salta tetto 1.200 euro per tassa attività finanziarie

mercoledì 14 dicembre 2011 13:42
 

ROMA, 14 dicembre (Reuters) - Dal 2013 l'imposta di bollo sulle attività finanziarie non sarà più sottoposta al tetto di 1.200 euro.

Lo prevede il testo della manovra approvato dalle commissioni Finanze e Bilancio della Camera.

La manovra licenziata in Consiglio dei ministri fissava un'imposta minima di 34,2 euro e massima di 1.200 euro. Questo significava che per i portafogli finanziari superiori a 1,2 milioni l'imposta annua restava ferma a 1.200 euro.

La versione emendata dai deputati stabilisce, invece, che "l'imposta è dovuta nella misura minima di 34,2 euro e, limitatamente al 2012, nella misura massima di 1.200 euro".

Sono comunque esclusi i buoni fruttiferi postali "di valore di rimborso complessivamente non superiore a 5.000 euro".

L'imposta incide su base proporzionale e ha un'aliquota pari all'1 per mille nel 2012 e all'1,5 per mille dal 2013.

(Giuseppe Fonte)

(Redazione Roma, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 06 85224393, Reuters Messaging: giuseppe.fonte.reuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia