Appartenenza a Ue vitale per economia britannica - Cameron

lunedì 12 dicembre 2011 17:05
 

LONDRA, 12 dicembre (Reuters) - Per gli interessi nazionali della Gran Bretagna è vitale restare membro dell'Unione europea, nonostante la decisione di porre il veto su un nuovo Trattato: lo ha detto oggi il primo ministro britannico David Cameron.

"La Gran Bretagna resta membro a pieno titolo della Ue e gli eventi della settimana scorsa non cambiano il fatto. La nostra adesione è vitale per il nostro interesse nazionale. Siamo una nazione commerciale e abbiamo bisogno del mercato unico per gli scambi, gli investimenti e i posti di lavoro", ha detto Cameron in Parlamento durante un dibattito sul summit della Ue dell'8-9 dicembre.

"Siamo nella Ue e vogliamo esserci", ha detto il premier.

La decisione di Cameron di non partecipare a una modifica del Trattato Ue che punta a stringere le regole fiscali per i paesi che usano l'euro ha isolato la Gran Bretagna nell'Unione e ha creato il solco più profondo nella sua coalizione da quando è divenuto premier, nel maggio 2010. (Adrian Croft)

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia