Manovra, Fini rinvia a mercoledì avvio esame aula, stallo in commissione

lunedì 12 dicembre 2011 14:40
 

ROMA, 12 dicembre (Reuters) - Governo e partiti politici hanno più tempo per negoziare gli emendamenti alla manovra, che approderà in aula con 24 ore di ritardo, mercoledì 14 dicembre.

Lo ha deciso l'Ufficio di presidenza di Montecitorio accogliendo la richiesta delle commissioni Finanze e Bilancio, dove proseguono a rilento i lavori sul decreto legge.

Montecitorio dovrà approvare il decreto legge entro sabato 17, ma il calendario preciso dei lavori sarà noto solo dopo che si sarà riunita la conferenza dei capigruppo.

Il governo insiste nel chiedere che la Camera mantenga intatti saldi e struttura della manovra, ma su almeno due capitoli le modifiche sono ormai certe: l'adeguamento all'inflazione di tutte le pensioni fino a circa 1.400 euro (ora sono salvi solo gli assegni fino a circa 1.000 euro) e un alleggerimento dell'Imu sulla prima casa, probabilmente alzando la franchigia di 200 euro.

Tuttavia, resta da sciogliere il nodo delle coperture, per le quali sono necessari 4-5 miliardi.

"Non abbiamo ancora una risposta conclusiva dal governo. Se avessimo già trovato le coperture saremmo già in aula. Siamo orientati a fare tutto quello che serve per trovare una soluzione", ha detto uno dei relatori alla manovra, il deputato del Pd Pierpaolo Baretta.

Per trovare una soluzione il presidente del Consiglio, Mario Monti, dovrebbe ricevere nel pomeriggio i capigruppo di Pd, Pdl e Terzo polo a Palazzo Chigi assieme al ministro dei Rapporti con il Parlamento, Piero Giarda, secondo quanto riferisce una fonte parlamentare.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia