Banche e imprese chiedono governo emergenza nazionale

mercoledì 9 novembre 2011 19:38
 

ROMA, 9 novembre (Reuters) - Confindustria, Abi, Ania, Reti imprese e Cooperative chiedono che dopo il via libera alla legge di stabilità si formi un governo di emergenza nazionale con un'ampia base parlamentare che rassicuri i mercati.

"Rivolgiamo un forte appello a tutte le forze politiche. Non è il momento della divisione, non è il momento del conflitto. E' il momento del dialogo e della ricerca di soluzioni per il bene comune. Entro questa settimana deve essere approvata la legge di stabilità. Occorre subito dopo dare il via all'azione forte e determinata di un governo di emergenza nazionale, con un'ampia base parlamentare. Occorre che già nelle prossime ore i mercati e la comunità internazionale percepiscano che si va concretamente delineando questa soluzione della crisi politica", si legge in una nota.

"Occorre che tutti mettano al primo posto l'obiettivo di salvare il Paese e per questo convergano sulle riforme che ci vengono richieste dall'Unione Europea e dalla Comunità Internazionale", proseguono le cinque organizzazioni esprimendo "fiducia" nell'operato del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

(Redazione Roma, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 06 85224245, Reuters Messaging: francesca.piscioneri.reuters.com@reuters.net) Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia