PUNTO 1-Italia, zona euro non ha piano di salvataggio -funzionari

mercoledì 9 novembre 2011 19:10
 

(Aggiunge dettagli, contesto)

BRUXELLES, 9 novembre (Reuters) - La zona euro non ha piani per il salvataggio finanziario dell'Italia, i cui costi di finanziamento sono saliti bruscamente a livelli considerati inostenibili da molti economisti. Lo riferiscono funzionari della zona euro.

"L'assistenza finanziaria non è sul tavolo" ha detto un funzionario, aggiungendo che la zona euro non sta neppure considerando l'estensione di una linea di credito cautelativa per Roma da parte dell'Efsf, il Fondo europeo di salvataggio.

Il Fondo europeo di salvataggio potrà estendere questo tipo di linee di credito ai Paesi a rischio di esclusione dai mercati, una volta che i ministri finanziari dell'area euro concorderanno gli aspetti tecnici e legali dell'operazione, entro la fine di novembre.

L'Efsf potrà anche acquistare titoli di Stato sul mercato primario e secondario.

Oggi i rendimenti dei titoli di Stato italiani a dieci anni saliti ben sopra il 7%, livello che molti economisti considerano insostenibile.

Irlanda e Portogallo in passato sono stati costretti a chiedere aiuto alla zona euro e al Fondo monetario internazionale quando i tassi hanno raggiunto questi livelli.

Ma le dimensioni di un potenziale salvataggio dell'Italia, che solo nei prossimi 12 mesi dovrà ripagare 326 miliardi di euro di debito in scadenza, sono troppo grandi da gestire per l'Efsf.

Sarà compito dell'Italia rassicurare gli investitori sulla sua capacità di rimborsare quanto ha preso a prestito, ha detto il funzionario.   Continua...