Lettera Commissione Ue a Italia stima necessità misure aggiuntive

martedì 8 novembre 2011 19:43
 

ROMA, 8 novembre (Reuters) - La lettera di informazioni richiesta dalla Commissione Ue all'Italia, nell'ambito del monitoraggio concordato dal Consiglio Ue sull'attuazione delle misure anti crisi promesse da Roma, prevede la necessità di ricorrere a ulteriori misure correttive per centrare l'obiettivo di un bilancio in pareggio nel 2013.

E' quanto si apprende dalla copia della lettera pubblicata integralmente sul sito repubblica.it, firmata dal commissario europeo per gli Affari economici Olli Rehn e datata 4 novembre.

"La lettera di intenti dell'Italia, si legge nella missiva, conferma l'impegno del governo al rigore dei conti pubblici e riconosce la necessità di assumere azioni correttive 'qualora il deterioramento del ciclo economico causasse un peggioramento del deficit'", si legge nel documento pubblicato da Repubblica.

"Da queste parole capiamo che saranno adottate misure correttive ulteriori non appena divenisse evidente uno scostamento dagli obiettivi di finanza pubblica. Poiché stimiamo che l'attuale congiuntura economica non assicuri il raggiungimento del pareggio di bilancio nel 2013, si renderanno necessarie misure correttive aggiuntive per il 2012 e il 2013".

La Commissione si chiede se tali misure di emergenza siano già state individuate e se si che natura abbiano.

"Si tratta di ulteriori tagli di spesa basati sui risultati di una spending review?", domandano i tecnici di Rehn.

A margine dell'Eurogruppo di ieri Rehn ha detto che è essenziale che l'Italia rispetti gli impegni sottoscritti per la correzione dei conti pubblici, adottando ad un tempo misure più coraggiose a sostegno della crescita economica.

"Ho chiesto al governo italiano informazioni aggiuntive sulle misure di consolidamento fiscale e sulle riforme strutturali. Ispettori della Commissione saranno a Roma questa settimana", ha detto il commissario Ue ieri.

"E' assolutamente essenziale che l'Italia raggiunga gli obiettivi di finanza pubblica e garantisca la messa a punto delle riforme strutturali mirate a sostenere la crescita e la creazione di lavoro", ha aggiunto.

(Redazione Roma, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 06 85224210, Reuters Messaging: giselda.vagnoni.reuters.com@reuters.net) Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia