Btp chiudono in calo, spread a record 495 pb dopo voto Camera

martedì 8 novembre 2011 17:58
 

 MILANO, 8 novembre (Reuters) - Sale a nuovi record
dall'introduzione dell'euro lo spread Italia/Germania nel tardo
pomeriggio, ad un passo da quota 500, a seguito del voto della
Camera sul Rendiconto generale dello Stato, passato grazie
all'astensione dell'opposizione: fermatosi a 308 voti, il
governo ha fallito l'obiettivo di ottenere la maggioranza
assoluta dei 316 voti .	
 Allo stesso tempo gli operatori citano, tra i vari elementi
di tensione sul debito italiano, anche le rinnovate speculazioni
di un aumento dei margini di garanzia sui governativi italiani
portati come collaterale, richiesti da Lch Clearnet, la società
di clearing che fa capo alla piazza londinese. Ma la società ha
smentito l'indiscrezione .	
 "Non saprei dire quanto dell'allargamento sia da attribuire
al voto e quanto a questi rumour su London Clearing House"
commenta un trader da Milano.	
 L'esito del voto odierno sembra intanto avvicinare con ogni
probabilità la caduta dell'esecutivo guidato da Silvio
Berlusconi, anche se i tempi e le prospettive per l'immediato
futuro restano altamente incerte.	
 "Il rendiconto doveva essolutamente essere approvato e
questo è stato positivo" aggiunge il trader. "D'altra parte
questo voto certifica che la maggioranza non esiste più,
speriamo Berlusconi vada da Napolitano e si chiuda questa fase
di stallo".	
 Secondo un altro operatore, trader in una delle principali
banche italiane, "se Berlusconi agisse da statista ora si
dimetterebbe, il rischio è quello di un voto di fiducia sulla
lettera inviata a Bruxelles, un voto che Berlusconi
probabilmente perderà. Di fatto in questo modo l'Italia rischia
di rimangiarsi gli impegni presi".	
 "Si verificherebbe un situazione paradossale, gravissima"
aggiunge.  	
 Lo spread Btp/Bund chiude dunque sui massimi
dall'introduzione dell'euro, peraltro in un contesto di volumi
assai sottili, come confermato anche dall'allargamento del
divario tra prezzi bid e ask sui Btp, ai livelli di inizio
agosto, prima che la Bce desse inizio agli acquisti di carta
italiana e spagnola.	
 Su piattaforma Tradeweb , il differenziale di
rendimento tra Italia e Germania sul tratto decennale si attesta
al nuovo recordo di 495 punti, contro i 490 della chiusura di
ieri. A metà pomeriggio, prima del voto di Montecitorio, lo
spread aveva stretto fino a quota 476 per poi risalire in un
finale di seduta di grande nervosismo per il mercato del debito
italiano.	
 A nuovi record dall'introduzione della valuta unica, in
chiusura, anche il rendimento sul banchmark decennale italiano
 , salito al 6,74%. 	
 Il rendimento sui cinque anni italiano , al
6,91%, si conferma già sopra il dieci anni, mentre il
differenziale tra dieci e due anni , sotto i 40
punti base, tratta sui minimi dalla crisi finanziaria del 2008,
lasciando intravedere all'orizzonte l'inversione completa della
curva dei rendimenti italiana, circostanza che molti operatori,
anche sulla base di quanto osservato già per Grecia, Portogallo
e Irlanda, indicano come l'anticamera per la richiesta degli
aiuti internazionali.	
   	
========================= 17,40 =============================== 
  	
FUTURES BUND DICEMBRE        138,02   (+0,11)        	
FUTURES BTP DICEMBRE          92,51   (-0,83) 	
BTP 2 ANNI  (NOV 13)      96,67   (-0,34)   6,415% 
  	
BTP 10 ANNI (SET 21)     86,48   (-0,44)   6,757% 
  	
BTP 30 ANNI (SET 40)     73,17   (-1,16)   7,358%	
========================  SPREAD (PB)========================== 
 	
                                             ULTIMA CHIUSURA 
	
TREASURY/BUND 10 ANNI   -21,1         -21,3   	
BTP/BUND 2 ANNI           602            578   	
BTP/BUND 10 ANNI        495            490  	
livelli minimo/massimo              475,9-495,0     472,9-490,7 
  	
BTP/BUND 30 ANNI        476            462   	
SPREAD BTP 10/2 ANNI                     34,2           52,2  	
SPREAD BTP 30/10 ANNI                    60,1           54,2  	
===============================================================	
	
 
 Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia