Governo, vertici Pdl per dimissioni, Berlusconi non ancora convinto

lunedì 7 novembre 2011 11:12
 

ROMA, 7 novembre (Reuters) - Il vertice di questa notta a via del Plebiscito a Roma di Silvio Berlusconi con i vertici del suo partito si sarebbe concluso con l'indicazione prevalente di andare verso le dimissioni del governo, ma il premier non sarebbe ancora convinto di questo passo.

E' quanto dicono due diverse fonti politiche vicine a Berlusconi.

"Berlusconi non è ancora convinto di dimettersi, anche perché la linea prevalente sarebbe quella di dimettersi per indicare al capo dello Stato Gianni Letta come guida di un nuovo governo e si prevede che Letta venga rifiutato dagli altri partiti", dice una fonte.

Secondo la stessa fonte nel corso del vertice al quale questa notte a via del Plebiscito hanno preso parte il segretario del partito Angelino Alfano e altri leader del Pdl si sarebbe valutato che "questo pomeriggio potrebbe esserci la frana di abbandoni del partito, dopo l'annuncio di Gabriella Carlucci di lasciare il Pdl per aderire all'Udc. Quindi la situazione va prevenuta e gestita lanciando un nuovo governo".

Questo andamento del vertice di questa notte viene confermato anche da un'altra fonte.

Su Twitter intanto incomincia a circolare la notizia che Berlusconi "potrebbe dimettersi fra questa sera e domani mattina", ma le fonti politiche dicono a Reuters che una decisione non è stata ancora decisa.

Berlusconi questa mattina è rientrato a Milano per una serie di appuntamenti che vengono definiti "privati". Dovrebbe rientrare a Roma in serata.

(Paolo Biondi)

(Redazione Roma, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 06 85224352, Reuters Messaging: paolo.biondi.reuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia