Btp, ancora clima di panico, spread e tassi su nuovi massimi

venerdì 4 novembre 2011 17:39
 

 MILANO, 4 novembre (Reuters) - Torna a predominare il clima
di autentico panico sui governativi italiani, spediti ai nuovi
record dalla nascita dell'unione monetaria tanto a livello di
rendimento assoluto quanto a quello di ritardo su Germania.	
 "Come si poteva del resto prevedere, il mercato ha accolto
molto negativamente la notizia che l'Italia sia ormai
sorvegliato speciale per il Fondo monetario internazionale e per
la Commissione europea" commenta un operatore.	
 "La cosa più preoccupante è che si stanno ricalcando
esattamente le tappe della Grecia" aggiunge.	
 A parlare sono i numeri.	
 Il decennale di riferimento settembre 2021 arriva sulla
piattaforma TradeWeb a rendere 6,42%, massimo
dall'introduzione dell'euro, con lo spread sulla controparte
Bund in aumento fino a oltre 30 tick con una fiammata a 463
centesimi prima del rientro fino in area 455.	
 Un rapido sguardo alla chiusura di venerdì scorso mette in
luce come in una settimana - cinque sedute, due semifestive, in
cui sono più volte intervenute le banche centrali - il
differenziale Btp-Bund sul tratto a dieci anni sia passato da
382 a 455 centesimi.	
 Ancora più impressionante la débacle sulla parte breve della
curva, con lo spread tra il Buono agosto 2013 e la controparte
Schatz da 421 a 520 dopo una punta oltre 550.	
 Confermando recenti indiscrezioni stampa, dal G20 di Cannes
Angela Merkel e Jose Manuel Barroso prima, Christine Lagarde
poi, annunciano che l'Italia - di sua spontanea volontà - ha
chiesto il monitoraggio speciale di Washington e Bruxelles.	
 Il numero uno Fmi precisa che i rapporti verranno pubblicati
e che il Paese non ha bisogno delle linee di credito
precauzionali.	
 Rispondendo alle domande dei giornalisti, sEmpre da Cennes, 
Silvio Berlusconi preferisce definire la richiesta italiana come
quella di una "certificazione" e riferisce che Roma ha
"rifiutato" la liquidità messale a disposizione dal Fondo.	
 Su livelli di rendimento e spread sempre più elevati, in
territorio ormai incognito, il copione della seduta odierna è
comunque identico alla stragrande maggioranza delle ultime:
nuovi massimi, nuovi interventi delle banche centrali, moderata
correzione sul finale.	
 Resta da chiedersi quanto si potrà andare ancora avanti a
questi ritmi.	
          	
============================ 17,30 ============================ 
  	
FUTURES BUND DICEMBRE        137,58   (+0,71)        	
FUTURES BTP DICEMBRE          95,27   (-1,28) 	
BTP 2 ANNI  (NOV 13)        94,11   (-0,30)   5,504% 
  	
BTP 10 ANNI (SET 21)       88,74   (-1,76)   6,404% 
  	
BTP 30 ANNI (SET 40)       77,25   (-0,53)   6,927%	
========================  SPREAD (PB)========================== 
 	
                                             ULTIMA CHIUSURA 
	
TREASURY/BUND 10 ANNI   -23,5         -14,1   	
BTP/BUND 2 ANNI           528            483   	
BTP/BUND 10 ANNI        455            430  	
livelli minimo/massimo              425,2-462,8     423,0-462,5 
  	
BTP/BUND 30 ANNI         431           417   	
SPREAD BTP 2/10 ANNI                     90,0          81,0  	
SPREAD BTP 10/30 ANNI                    52,3           --   	
===============================================================	
	
(Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02
66129854, Reuters messaging:
alessia.pe.thomsonreuters.com@reuters.net)	
 	
 Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia