PUNTO 3 - Italia accetta verifiche Fmi, no a linea credito

venerdì 4 novembre 2011 18:14
 

* Verifiche Fmi nostra richiesta, non imposizione-Berlusconi

* Rifiutata offerta linea credito Fmi - Berlusconi

* Merkel e Barroso giudicano mossa Italia molto positiva (Aggiune dichiarazioni Berlusconi, Lagarde, commento di un esperto)

di Luke Baker e Giselda Vagnoni

CANNES, 4 novembre (Reuters) - Incalzata dai mercati e dai partner europei, l'Italia ha deciso di porre sotto un monitoraggio a cadenza trimestrale del Fondo monetario internazionale i suoi progressi sulla riforma delle pensioni, del mercato del lavoro e sulle privatizzazioni.

Silvio Berlusconi, il cui governo sembra prossimo a perdere la maggioranza, ha accettato di compiere questo passo dopo un incontro ieri notte a margine del G20 con altri leader europei, il direttore del Fmi e il presidente americano Barack Obama.

"L'Italia accoglie con favore le verifiche pubbliche trimestrali del Fondo monetario internazionale", ha detto Berlusconi nella conferenza stampa conclusiva del summit di Cannes. "L'abbiamo chiesta noi, non ci e' stata imposta".

E' stata respinta al mittente, invece, l'offerta dell'istituzione di Washington di accedere a una linea di credito. "Abbiamo rifiutato questa offerta ringraziando", ha detto Berlusconi. "Noi non siamo assolutamente preoccupati" sulla sostenibilita' del debito.

"Per quanto riguarda il fondo salva-stati pensiamo di non averne bisogno", ha detto il premier italiano.   Continua...