Monetario, o/n flette a 0,4%, derivati positivi attendono Bce

mercoledì 6 maggio 2009 12:31
 

MILANO, 6 maggio (Reuters) - Negli scambi di metà seduta sull'interbancario si consolida la flessione del deposito overnight, specchio dell'abbondanza dei fondi in vista della fine del mese di mantenimento, mentre si muovono decisamente al rialzo i derivati sui tassi.

Alla vigilia dell'appuntamento clou con il consiglio mensile Bce deputato alle decisioni di politica monetaria, spiegano gli addetti ai lavori, il movimento della 'strip' Euribor sconta almeno in parte l'introduzione di misure di allentamento 'quantitativo' oltre all'atteso taglio da un quarto di punto dell'attuale riferimento di 1,25%.

"Quanto e cosa esattamente non è chiaro ma su questi livelli i futures Euribor prezzano l'annuncio di qualche provvedimento non standard. Se Trichet si limitasse domani a comunicare un taglio da 25 tick c'è da aspettarsi un marcato storno del mercato" spiega un operatore.

"Ci aspettiamo la Bce tagli ancora (probabilmente l'ultima volta) il tasso refi a 1% (senza peraltro modificare la remunerazione sui depositi già a 0,25%) e annunci un programma di ampio respiro che includerà certamente la fornitura di liquidità illimitata a tasso fisso per scadenze più lunghe rispetto alle aste attuali" dice la nota settimanale dell'ufficio studi Intesa Sanpaolo.

"Inoltre potrebbe prevedere l'acquisto a titolo definitivo di titoli di debito privato (sebbene il Consiglio Direttivo non sia unanime su questo punto); ipotesi più probabile l'acquisto di emissioni bancarie, forse anche cartolarizzazioni" continua.

Prosegue così la discesa dei tassi di mercato, complici anche le parole di ieri del presidente Fed secondo cui l'economia Usa mostra segnali di stabilizzazione nel comparto immobiliare e possibile rallentamento nel decumulo di scorte.

In occasione del quotidiano fix londinese il tasso chiave sui prestiti a tre mesi mette a segno l'ennesimo minimo di 1,334%: rispetto allo 0,708% dell'analoga scadenza Eonia la forchetta è di 62,6, in netto calo dai 69,2 centesimi della metà seduta di ieri.

Intorno alle 12,30 sulla curva Euribor i futures si muovono in decisa risalita: guadagna 2 tick il contratto giugno FEIM9 a 98,77, 35 millesimi settembre FEIU9 a 98,76 e 3 punti base dicembre FEIZ9 a 98,59.

Il periodo overnight è indicato a 0,30-40% sia sul Mid sia negli scambi 'over the counter' a fronte di 0,523% della media Eonia di ieri.   Continua...