Btp nuovamente positivi sul finale, spread su Bund in area 155pb

venerdì 6 marzo 2009 17:37
 

 MILANO, 6 marzo (Reuters) - Finale di seduta con un nuovo
esplicito segno più sul secondario italiano, confortato come
quello europeo dall'ennesima retrocessione dei listini di borsa
su entrambe le sponde dell'Atlantico.
 Sul fronte del rischio paese torna intanto ad assestarsi a
cavallo di 155 il premio di rendimento del Btp decennale marzo
2019 rispetto alla controparte tedesca gennaio 2019, reduce
dallo "strappo" di stamane fino in area 160 centesimi.
 "Una sessione contrassegnata da forte volatilità soprattutto
in ragione dei movimenti delle borse... l'Italia ha inizialmente
perso terreno contro Germania per poi tornare ad appoggiarsi sui
valori delle ultime settimane" spiega un operatore.
 Particolarità squisitamente tecnica della seduta odierna la
scadenza del derivato a marzo sul decennale tedesco, dalle 12,30
a tutti gli effetti sostituito dal successivo derivato a giugno.
 "Movimenti quasi del tutto slegati dai fondamentali o dalla
direzione delle borse sono spesso normali in occasione delle
scadenze tecniche, che comportano i caratteristici flussi di
'rollover'... la situazione si è però presto riportata alla
normalità salvo in termini di volumi, con scambi che rimangono
più elevati della media" continua l'addetto ai lavori.
 Evento clou del pomeriggio la pubblicazione degli occupati
mensili Usa di febbraio: numeri in linea alle attese dei mercati
finanziari cui vanno però accostate le drastiche revisioni al
ribasso del risultato di dicembre e gennaio che portano il tasso
di disoccupazione a 8,1%, record dal 1983.
 "Nel breve e medio termine il clima resta ampiamente
favorevole al reddito fisso: dal lato macro non c'è notizia che
possa persuadere a tornare ad acquistare azionario" sintetizza
l'esperto.
 Ultimissimo fenomeno da segnalare come, dopo la marcata
tendenza all'irripidimento delle ultime sedute, la curva dei
rendimenti torni sul tratto dieci/due anni a ridimensionare
decisamante l'inclinazione, influenzata dall'annuncio di ieri di
Banca d'Inghilterra che inizierà ad acquistare titoli a lungo
termine.
 "La scommessa è che possano un giorno farlo altre banche
centrali europee" conclude l'operatore.
     
======================= ORE 17,30 ============================
                                 PREZZI  VAR.    RENDIMENTO
  FUTURES BUND GIUGNO FGBLc1      125,39  (+1,24)
  BTP 2 ANNI  (FEB 11) IT2YT=RR*  103,07  (-0,05)     2,099%
  BTP 10 ANNI (MAR 19) IT10YT=TT  100,84  (+0,42)     4,443%
  BTP 30 ANNI (AGO 39) IT30YT=TT   95,01  (+0,21)     5,404%
========================= SPREAD (PB) ========================
                                        CHIUSURA PRECEDENTE
  TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5     11                  12
  BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3     92                  87
  BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5    154                 149
  BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7    174                 159
  BTP 2/10 ANNI*                     234,4               245,1
  BTP 10/30 ANNI*                     96,1                94,5
==============================================================