Monetario, tassi ancora in calo, mercato sconta taglio a marzo

venerdì 6 febbraio 2009 12:14
 

MILANO, 6 febbraio (Reuters) - Ancora scambi sottili sul mercato interbancario, dove i tassi continuano a scendere e i depositi presso la Bce a salire, apparendo ai tesorieri destinati a proseguire sulla strada del rialzo.

"Il mercato, in termini di tassi, scende giorno dopo giorno specie l'Eonia ieri. Si sconta un taglio di altri 50 punti base alla riunione di marzo" dice un tesoriere.

Ieri il tasso Eonia EONIA è stato fissato a 1,186% da 1,201% di mercoledì.

La Banca centrale europea ha confermato ieri i tassi di riferimento al 2% oggi segnalando la possibilità di un allentamento in marzo ma escludendo per il momento di portare i tassi a zero. Il presidente della Bce Jean-Claude Trichet non ha escluso che il costo del denaro venga ridotto nella riunione di marzo, quando saranno disponibili nuove stime sulla situazione economica. La concreta possibilità di un taglio a marzo è stata ribadita oggi dal membro del consiglio governativo della Bce Erkki Liikanen.

"I volumi restano scarsi, emerge ancora chiaramente una scarsa fiducia fra banche i depositi presso la Bce salgono e continueranno a salire" dice ancora l'operatore.

Il sistema bancario della zona euro ha utizzato ieri sera depositi marginali a un giorno presso la Bce per 184,320 miliardi di euro a confronto con la seduta di precedente quando i depositi erano risultati pari a 174,879 miliardi. Alla pagina Reuters ECB40 si legge inoltre di un'erogazione di prestiti al 3% pari a 480 milioni, in rialzo rispetto ai 260 milioni di ieri.

In vista della chiusura del mese di mantenimento martedì prossimo, la media del sistema a 234,650 miliardi di euro resta ampiamente oltre la dovuta rivista a 221,056 miliardi.

"Per l'ultimo giorno del periodo mi aspetto un drenaggio a tasso variabile da parte ella Bce" dice il tesoriere.

Ulteriori dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine ECB40 e BITS.   Continua...