Btp in rialzo su debolezza borse, flussi scarsi, attesa Bce

giovedì 6 novembre 2008 12:24
 

 MILANO, 6 novembre (Reuters) - Il secondario italiano si
muove in rialzo sollecitato, cone l'obbligazionario europeo,
dalla debolezza delle borse che hanno interrotto ieri la serie
di sei sedute consecutive di guadagni. Digerita la vittoria ad
ampia maggioranza del democratico Barack Obama alla Casa Bianca,
l'attenzione degli investitori è tornata a rivolgersi ai
problemi dell'economia globale.
 "Il mercato è in salita sul calo delle borse, che fin dalla
notte hanno mostrato una marcata debolezza, col forte calo di
Tokyo" dice un trader. "I flussi sono molto scarsi e prevedo che
restino così fino a fine anno".
 L'indice di riferimento giapponese, il Nikkei, ha ceduto in
chiusura il 6,5%, la maggiore perdita in un'unica seduta nelle
ultime due settimane.
 "Regna l'attesa delle decisioni sui tassi da parte di Bce e
Bank of England" dice il trader. "Parte del mercato prevede che
se la BoE dovesse tagliare più di 50 pb, anche la Bce potrebbe
seguire l'esempio oggi stesso" dice ancora il trader. 
 L'appuntamento chiave della giornata è quindi la decisione
della Bce sui tassi e con la successiva conferenza stampa del
presidente Jean-Claude Trichet. In base a un sondaggio, condotto
da Reuters fra il 27 e il 29 ottobre, la Bce dovrebbe ridurre il
costo del denaro di 50 punti base secondo le stime di 81
economisti. Tredici economisti hanno scommesso su una riduzione
del costo del denaro di 25 pb, mentre uno puntava su una
riduzione di 75 punti base.
 Dopo le manovre accomodanti di Stati Uniti, Giappone, Cina,
India e Australia, la Gran Bretagna dovrebbe secondo i sondaggi
tagliare i tassi di 50 punti base, ma c'è un 30% di possibilità
che il taglio sia di 75 pb.
 I Btp mantengono il recupero rispetto ai titoli tedeschi
intrapreso in settimana sullo scemare della tensione sui mercati
finanziari e sul recupero del credit default swap dell'Italia.
 Lo spread fra i rendimenti dei decennali Btp e Bund si è
ristretto ieri fino a toccare i 98 punti base, dopo aver rotto
al rialzo la soglia dei 100 punti base lo scorso 28 ottobre e
dopo aver registrato il livello record di 132 pb, nuovo massimo
dall'introduzione dell'euro, lo scorso 31 ottobre. Oggi è
oscillato attorno alla soglia chiave dei 100.
 Anche il Cds italiano si mantiene attorno a 100 punti base
e, secondo quanto indicano i trader, oggi ha toccato il minimo
di 99,5.
 
======================= QUOTAZIONI 12,05 =======================
                                  PREZZI    VAR.   RENDIMENTO
FUTURES BUND DICEMBRE    FGBLZ8    117,38   (+0,31)  
BTP 2 ANNI (AGO 10)*    IT2YT=TT   102,02   (+0,15)     3,499%
BTP 10 ANNI (AGO 18)   IT10YT=TT    98,75   (+0,45)     4,714%
BTP 30 ANNI (FEB 37)   IT30YT=TT    85,25   (+0,54)     5,040%
======================== SPREAD (PB) ===========================
                                           CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5     -1                  1
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3     86                 89
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5    100                 99
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7     73                 74
BTP 2/10 ANNI*                    121,5              130,6
BTP 10/30 ANNI                     32,6                30,7
=================================================================    
 * quotazioni tratte dagli schermi Reuters riguardo al 2
anni, non ancora scambiato su Mts