Monetario, si accentua riposizionamento tassi dopo taglio Bce

venerdì 6 marzo 2009 12:05
 

MILANO, 6 marzo (Reuters) - Continua il riposizionamento al ribasso dei tassi sull'interbancario, accentuandosi all'indomani del taglio dei tassi della zona euro al minimo storico e con l'avvicinarsi della chiusura del periodo di matenimento della riserva il prossimo 10 marzo.

"Continua il riposizionemento dei tassi, che si accentua dopo l'azione di ieri della Bce. L'overnight è destinato a testare nuovi minimi mentre vedo l'Eonia attorno a 0,70%, in prossimità del tasso marginale della Bce" dice un tesoriere.

Ieri, in linea alle attese di mercato e analisti, al termine del consiglio mensile di politica monetaria la Bce ha varato una nuova riduzione del tasso di riferimento, abbassandolo di mezzo punto al nuovo minimo storico dell'1,5% dal 2%. Il tasso sui depositi è passato parallelamente a 0,5% da 1%, mentre quello sui prestiti è sceso a 2,5% da 3%.

"La liquidità resta abbondante, ogni giorno c'è un grandissimo ammontare in deposito presso la Bce" dice ancora il tesoriere.

Le banche della zona euro ieri hanno messo a deposito overnight presso la Banca Centrale Europea 108,378 miliardi di euro da 102,987 miliardi del giorno precedente. In rialzo amche il ricorso ai prestiti marginali che si attestano a soli 809 milioni dagli 83 milioni del giorno prima.

Il tasso Euribor a tre mesi EURIBOR3MD è stato fissato all'1,726%, in calo rispetto all'1,757% precedente. Si tratta del nuovo minimo storico. Il tasso a una settimana EURIBORSWD= è stato fissato all'1,169% dall'1,250% di ieri, altro minimo storico, mentre il tasso a sei mesi EURIBOR6MD= si è attestato all'1,842% dall'1,869%.

Ulteriori dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine Reuters ECB40 e BITS.

Intorno alle 12 il contratto a marzo sull'Euribor (in scadenza il 16) FEIH9 è a 98,360 (+0,005), giugno FEIM9 a 98,550 (+0,020) e settembre FEIU9 a 98,555 (+0,035).