PUNTO 1 - Crisi, da governo 55 mld interventi in 2009-10 - Chigi

venerdì 6 marzo 2009 14:26
 

(Aggiunge dettagli in ultimo paragrafo)

ROMA, 6 marzo (Reuters) - Contro la crisi il governo punta a mettere in campo interventi per oltre 55 miliardi tra 2009 e 2010.

È quanto sottolineano da Palazzo Chigi in un briefing alla stampa, dopo che il Cipe di oggi ha dato il via libera ai 16,6 miliardi accantonati per gli investimenti infrastrutturali.

La cifra si ottiene sommando varie voci. I 16,6 miliardi del Cipe odierno, più 12 miliardi già iscritti a bilancio per gli ammortizzatori ordinari e 8 miliardi oggetto di accordo con le Regioni per gli ammortizzatori in deroga. Dai 36,6 miliardi così ottenuti si arriva a 45,6 miliardi sommando i 7 miliardi del decreto legge anticrisi (del quale però la relazione tecnica parlava di un valore di 4,9 miliardi) e i 2 miliardi (riferiti al periodo fino al 2014) del decreto di sostegno all'acquisto di automobili ed elettrodomestici.

Si raggiunge poi la cifra di 54,6 miliardi tenendo conto di altri 9 miliardi accantonati ed ora dati in dotazione al nuovo fondo strategico a sostegno dell'economia reale istituito presso la presidenza del Consiglio e annunciato oggi da Silvio Berlusconi, che sarà a disposizione dei ministri per quando avranno pronti progetti di intervento immediatamente realizzabili.

Su questa voce da Palazzo Chigi spiegano che i 9 miliardi saranno attinti dalle quote nazionali dei fondi Fas, pari a 18 miliardi su un totale di 45 miliardi. Dei 27 miliardi di fondi Fas regionali, 22 saranno destinati al Sud e 5 al Nord.

Il pacchetto anticrisi del governo tiene conto anche degli ulteriori 1,2 miliardi deliberati dal Cipe oggi per l'edilizia scolastica e carceraria, che portano il totale a 55,8 miliardi.