PUNTO 1 -Italia, bilancio stabile, occhi tensioni politica-Moody

venerdì 6 novembre 2009 16:31
 

(aggiunge citazioni e background)

MILANO, 6 novembre (Reuters) - La crisi finanziaria, che ha provocato un forte aumento del debito pubblico e un rallentamento della crescita nei maggiori paesi industrializzati, non ha colto di sorpresa l'Italia, già avezza a queste condizioni.

Roma, quindi, è riuscita a mantenere una struttura di bilancio abbastanza stabile, nonostante l'aumento significativo del debito. Quest'ultima dinamica va, però, arrestata con il rafforzarsi della ripresa, prima che il servizio del debito arrivi ad assorbire troppe risorse dal bilancio ponendo il paese in una zona di alto rischio. Il debito ha sfiorato quota 106% del Pil alla fine dell'anno scorso e il governo conta di riportarlo su un sentiero di discesa dal 2012, dopo un picco a 117,3% il prossimo anno.

Lo ha dichiarato a Alexander Kockerbeck, vice president and senior credit officer di Moody's, specialista per il rating sovrano dell'Italia.

"L'Italia ha una struttura di bilancio relativamente stabile... ma il governo ha molto lavoro da fare per ridurre debito", ha detto Kockerbeck a margine di una presentazione oggi a Milano.

"L'Italia è abituata - più di altri paesi - a gestire alto debito e bassa crescita", ha aggiuto l'analista "Si trova in un equilibrio fragile, ma relativamente stabile".

TENSIONI ISTITUZIONALI DA TENERE IN CONSIDERAZIONE   Continua...

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
PUNTO 1 -Italia, bilancio stabile, occhi tensioni politica-Moody | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    19,741.75
    -0.54%
  • FTSE Italia All-Share Index
    21,860.79
    -0.53%
  • Euronext 100
    976.53
    -0.16%