Precari, rispetto per eventuale sentenza Consulta - Letta

mercoledì 6 agosto 2008 14:32
 

ROMA, 6 agosto (Reuters) - Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta non si sbilancia su un eventuale pronunciamento della Consulta sulla norma dei precari inserita in manovra e contestata da opposizione e sindacati.

"Le sentenze della Corte non si temono, si rispettano", ha detto Letta a margine di UNA conferenza stampa a Palazzo Chigi alla domanda se temesse un'eventuale pronuncia della Corte Costituzionale sulla norma dei precari.

La manovra prevede all'articolo 21 solo un risarcimento e non l'assunzione per i lavoratori con contratti a termine in causa con i datori di lavoro. La norma si applica ai soli procedimenti in corso alla data di entrata in vigore del decreto e, stando al governo, avrà effetto solo sulle cause che riguardano Poste Italiane.

Sull'articolo 21 sono stati sollevati dubbi di costituzionalità da parte dei tecnici del Servizio studi e dai membri della commissione Affari costituzionali della Camera dei deputati.