Pensioni, sistema italiano più affidabile di altri - Tremonti

mercoledì 6 agosto 2008 13:46
 

ROMA, 6 agosto (Reuters) - L'attuale sistema previdenziale italiano, basato prevalentemente sul pilastro pubblico non è perfetto ma è affidabile, nell'attuale contesto di crisi finanziaria internazionale.

Lo ha detto il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, menzionando la previdenza italiana fra gli elementi di solidità del sistema che possono tutelare da una recrudescenza della crisi mondiale in atto.

"Il sistema pensionistico italiano, data la sua caratteristica fondamentalmente pubblica, è più affidabile di altri sistemi. Il nostro sistema è fra i più stabili in Europa", ha detto Tremonti in una conferenza stampa a Palazzo Chigi sulla Finanziaria 2009.

Secondo il ministro, un peggioramento della crisi internazionale "verrà fuori se in altri Paesi alla crisi finanziaria corrisponderà una crisi dei sistemi di previdenza, con un impatto sociale. Il nostro sistema non basta ma è solido".

Secondo il Dpef 2009-2013, la spesa pensionistica crescerà rispetto al Pil fino a raggiungere intorno al 2038 un picco al 15,3%, per poi scendere a circa il 14% nel 2050.

Le norme attualmente in vigore sulla previdenza prevedono che dal 2008 l'età pensionabile salga a 58 anni. Dal 2009 in avanti sarà introdotto un mix di età e quote per arrivare nel 2013 a quota 97, con età minima a 61 anni.

Il libro verde presentato recentemente dal governo sottolinea la necessità di intervenire ulteriormente sull'innalzamento dell'età pensionabile.