Monetario, o/n ancora in area 4,30%, futures poco mossi dopo Fed

mercoledì 6 agosto 2008 11:45
 

MILANO, 6 agosto (Reuters) - Situazione distesa ma scambi dall'attività decisamente ridotta sul mercato interbancario, dove intorno a metà seduta il deposito overnight orbita stabilmente sui livelli della media di ieri in area 4,30% mentre i derivati sui tassi mostrano movimenti frazionali.

Ancora impegnato a metabolizzare i toni conclusivi del Fomc che ha confermato ieri sera il costo del denaro negli Usa, il mercato si mantiene in un clima di sospensione in vista del consiglio mensile Bce di domani seguito dalla conferenza stampa di Trichet che potrebbe far luce sulle prospettive di politica monetaria per la zona euro.

"Duplice motivo per restare sulle posizioni: i commenti Fed hanno in un primo tempo fatto lievemente slittare la prevista tempistica sulla prossima stretta ma anche il mercato Usa sta lentamente ritracciando... non credo tra oggi e domani ci si muoverà molto dai livelli attuali, a meno di sorprese dai toni di Trichet" commenta un operatore.

"A seguito del Fomc i tassi attesi nei futures sui Fed Funds sono scesi mediamente di 2 pb sulle scadenze fino a dicembre, ma resta implicita la probabilità di un primo rialzo durante il primo trimestre 2009" scrive la nota odierna dell'ufficio studi Intesa Sanpaolo.

"In conclusione, anche se rimane l'incertezza sul timing preciso dell'avvio da parte della Fed del ciclo di rialzi dei tassi [...], sembrerebbe la partita si debba alla fine giocare all'interno di una finestra temporale comunque abbastanza circoscritta, ovvero fra il quarto trimestre di quest'anno e il primo dell'anno prossimo" conclude.

Intorno alle 11,45 sulla curva Euribor il contratto a settembre FEIU8 è fermo da martedì sera a 95,00, mentre dicembre FEIZ8 e marzo FEIH9 salgono entrambi di 5 millesimi rispettivamente a 94,945 e 95,12.

Nuova frazionale discesa intanto a Londra per il tasso sui prestiti a tre mesi, che passa a 4,967% da 4,9968% da 4,97%.

Quanto infina alle situazione dei depositi, il periodo giorno a giorno lavora a 4,29/31% sul Mid e 4,26/31% negli scambi 'over the counter', in perfetta sintonia rispetto al 4,309% della media Eonia di ieri.

Indicata in area 4,40% ma tra scambi dal volume assai ridotto la settimana, che coincide con la chiusura del mese della riserva obbligatoria martedì prossimo.

Ulteriori dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine Reuters ECB40 e BITS.