Banche avranno fino a 5 anni per adeguarsi a nuove regole Basilea su crediti

mercoledì 29 marzo 2017 18:46
 

LONDRA, 29 marzo (Reuters) - Le banche nel mondo avranno fino a cinque anni di tempo per adeguarsi alle nuove regole contabili elaborate dal Comitato di Basilea che prevede accantonamenti immediati a fronte di possibili default sui crediti.

Le nuove regole si applicheranno dal 2018 in Europa e probabilmente spingeranno in giù i ratio patrimoniali core anche se il livello di rischio resta invariato.

Il comitato di Basilea ha annunciato che manterrà l'attuale trattamento contabile degli accantonamenti temporaneamente in quanto l'applicazione immediata delle nuove regole potrebbe procurare degli shock sul patrimonio di alcune banche.

"Il comitato ha valutato che il periodo consentito per la transizione non dovrebbe essere superiore a cinque anni", ha aggiunto.

In base alle nuove regole le banche dovranno fare alcuni accantonamenti immediati, prima che un credito sia effettivamente in default come avviene secondo il sistema attuale. Dal 2020 ci sarà un cambiamento analogo nelle regole contabili delle banche Usa.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola "Pagina Italia" o "Panorama Italia"

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Banche avranno fino a 5 anni per adeguarsi a nuove regole Basilea su crediti | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    21,272.45
    -0.46%
  • FTSE Italia All-Share Index
    23,534.66
    -0.34%
  • Euronext 100
    1,028.28
    +0.05%