Banche Italia, sofferenze nette gennaio scendono sotto 80 mld

giovedì 9 marzo 2017 10:51
 

MILANO, 9 marzo (Reuters) - Calano in gennaio le sofferenze lorde delle banche italiane, lievemente ma a sufficienza per tornare al di sotto dei 200 miliardi.

Secondo i dati del supplemento 'Moneta e banche' di Banca d'Italia, nel primo mese del 2017 le sofferenze lorde in pancia al settore bancario si sono portate a 197,902 miliardi di euro rispetto ai 200,851 di dicembre. Una netta flessione è stata registrato anche a livello di valore netto delle sofferenze, a 77,833 miliardi dagli 86,814 del mese precedente.

Su base annua le sofferenze segnano una crescita del 4% dopo il rialzo di 5,6% di dicembre. Correggendo il dato per tener conto delle cartolarizzazioni e degli altri crediti ceduti e cancellati dai bilanci bancari, si registra invece un tasso di crescita sui dodici mesi di 12,2%, da confrontare con 12,0% di dicembre.

Sul fronte del credito, si conferma la crescita dei prestiti al settore privato: +1,2% annuo in gennaio (dato corretto per tener conto delle cartolarizzazioni e degli altri crediti ceduti e cancellati dai bilanci bancari) dopo il +1,1% di dicembre; nel dettaglio il credito alle imprese è salito di 0,9% mentre i prestiti alle famiglie hanno registrato un +2,2%.

Quanto infine alla raccolta, in gennaio è proseguito l'aumento dei depositi del settore privato con un +3,5% su anno dopo il +4,9% di dicembre, mentre continua a calare nettamente quella obbligazionaria (-18,1%).

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon "Pagina Italia" o "Panorama Italia"

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Banche Italia, sofferenze nette gennaio scendono sotto 80 mld | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    20,833.88
    -0.46%
  • FTSE Italia All-Share Index
    23,060.63
    -0.45%
  • Euronext 100
    1,013.91
    +0.00%