Mps, governo modifica decreto: rimborsi bond in base a prezzo acquisto

mercoledì 1 febbraio 2017 18:56
 

* Bozza emendamento riscrive decreto d'intesa con Antitrust Ue

* Niente rimborsi se si sono comprati i bond da gennaio 2016

* Al Tesoro sconto del 25% sul valore Terp delle azioni

ROMA, 1 febbraio (Reuters) - L'indennizzo ai risparmiatori di Mps sarà parametrato al prezzo di acquisto dei titoli subordinati oggetto di conversione in azioni e solo se le obbligazioni sono state sottoscritte entro il 2015.

Attraverso due diversi emendamenti concordati con la Commissione europea, il governo si appresta a riscrivere in parte il decreto sul salvataggio di Siena, che prevede una compensazione per i clienti retail vittime di 'misselling', cioè di una vendita impropria.

Tra gli emendamenti anche la definizione di uno sconto del 25% sul Terp (prezzo teorico dopo lo stacco del diritto di opzione) che verrà riconosciuto al Tesoro sulle azioni Mps che acquisterà.

L'operazione prevede che, per i titolari retail del bond subordinato, Mps scambi con obbligazioni senior le azioni frutto della conversione, mentre il Tesoro acquista le azioni scambiate con le obbligazioni non subordinate.

Le bozze degli emendamenti, non ancora formalmente depositati, riconoscono la compensazione esclusivamente a chi ha comprato i bond prima di gennaio 2016, quando è entrato in vigore il 'bail in', cioè la più severa disciplina europea sul sostegno pubblico alle banche in crisi.

Dal primo gennaio, infatti, "la rischiosità di determinati strumenti finanziari deve darsi per scontata", sintetizza la relazione tecnica.   Continua...

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Mps, governo modifica decreto: rimborsi bond in base a prezzo acquisto | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    20,188.02
    +0.10%
  • FTSE Italia All-Share Index
    22,269.88
    +0.14%
  • Euronext 100
    969.01
    -0.22%