BOND EURO-Avvio positivo, anche periferici in rialzo dopo calo ieri

venerdì 27 gennaio 2017 08:28
 

MILANO, 27 gennaio (Reuters) - Avvio in lieve rialzo per i
derivati sui titoli di riferimento 'core' e periferici, dopo il
marcato calo registrato ieri da questi ultimi. Le imminenti aste
a medio-lungo hanno pesato sui titoli di Stato italiani insieme
alla decisione della Consulta e a una più generalizzata
debolezza del debito a livello europeo. 
    ** L'Italia torna ad attivarsi oggi sul comparto primario
con l'offerta di 6,5 miliardi di euro sul Bot a 6 mesi contro i
6,487 miliardi in scadenza. Ma l'attesa degli operatori è per
l'asta a medio-lungo di lunedì, vero banco di prova del debito
italiano in questo momento: il Tesoro metterà a disposizione
degli investitori tra 7,5 e 9 miliardi di euro in Btp a 5 e 10
anni, e Ccteu. In particolare verrà offerto il nuovo decennale 1
giugno 2027 (cedola 2,20% dall'1,25% del 1 dicembre 2026) per un
ammontare compreso fra 3,5 e 4 miliardi.
    ** Il rendimento del decennale di riferimento italiano è
arrivato ieri fino a 2,284%, risultando maggiormente penalizzato
rispetto agli altri titoli della curva italiana per via del
nuovo 10 anni in asta lunedì. Con la Spagna lo spread ha toccato
i 70 punti base, nuovo massimo dall'inizio del 2012, e in
chiusura quotava 68 punti base. Con la Germania lo spread si è
spinto fino a 179 punti base, massimo dal 30 novembre scorso,
nonostante il cambio di benchmark tedesco con un titolo di
maggior rendimento. In chiusura il Btp decennale rendeva 2,240%
e vedeva uno spread col Bund a 176 punti base.
    ** Dal fronte macroeconomico, sono in arrivo oggi da Istat
le cifre sulla fiducia in Italia. Le attese sono per un indice
relativo alle imprese fermo a 103,5 e di quello relativo ai
consumatori in calo a 110,6 da 111,1 di dicembre. I numeri sulla
fiducia dei consumatori in gennaio arrivano anche dalla Francia,
che nei giorni scorsi ha pubblicato quelli sulle aziende. Fra i
numerosi dati macro Usa in arrivo oggi, spicca la stima del Pil
del quarto trimestre, con attese per un 2,2% dal 3,5% registrato
nel terzo trimestre, che rappresentava  la performance migliore
dal terzo trimestre del 2014.
    ** Attesi i pronunciamenti delle agenzie di rating su
Germania, Spagna, Finlandia, Danimarca, Gran Bretagna e Turchia.
Su Berlino si esprime DBRS che attualmente valuta il Paese con
'AAA' e outlook stabile. Ha prospettive stabili anche il 'BBB+'
con cui attualmente Fitch giudica la Spagna. Moody's valuta
invece Londra con 'Aa1' e outlook negativo.
    
 ========================= ORE 8,20 ===========================
 FUTURES EURIBOR MARZO        100,325 (-0,005)
 FUTURES BUND MARZO          161,68  (+0,24)          
 FUTURES BTP MARZO           131,61  (+0,28)      
 BUND 2 ANNI             101,232 (+0,003)  -0,653% 
 BUND 10 ANNI            97,813 (+0,172)   0,472% 
 BUND 30 ANNI           131,951 (+0,853)   1,207% 
 
 ==============================================================
        
 
    
    Per una panoramica su mercati e notizie in  lingua italiana 
con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono
digitare nel Search Box di Eikon "Pagina Italia" o "Panorama
Italia"   
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia
 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
BOND EURO-Avvio positivo, anche periferici in rialzo dopo calo ieri | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    19,741.75
    -0.54%
  • FTSE Italia All-Share Index
    21,860.79
    -0.53%
  • Euronext 100
    976.53
    -0.16%